Nuovi fondi all’Unione per il Mediterraneo

231

Contributo aggiuntivo di 72 milioni di euro nel periodo 2009?2010 per le aree prioritarie identificate un anno fa a Parigi dai capi di Stato e di Governo dell’Unione

In vista del primo anniversario (13 luglio) del lancio dell’Unione per il Mediterraneo (Union for the Mediterranean), la Commissione europea ha annunciato un contributo aggiuntivo di 72 milioni di euro nel periodo 2009?2010 per le aree prioritarie identificate un anno fa a Parigi dai capi di Stato e di Governo dell’Unione.
Di questa somma, 22 milioni di euro saranno destinati all’ambiente per ridurre l’inquinamento del Mar Mediterraneo, attraverso un programma («Sustainable Water Management and De?pollution of the Mediterranean») mirato a promuovere politiche e pratiche di gestione sostenibile delle risorse idriche della regione, nel contesto delle pressioni combinate dovute ai vari usi dell’uomo di tali risorse e ai processi di desertificazione in connessione ai cambiamenti climatici.
La Commissione contribuirà invece con 5 milioni di euro allo sviluppo di fonti energetiche alternative e in particolare alla progettazione e realizzazione del Piano Solare Mediterraneo («Mediterranean Solar Plan»).

(Fonte Focal Point Ipcc per l’Italia)