Colombia, continua il massacro degli indigeni

132

Sono 106 dall’inizio dell’anno: bambini, adulti e anziani, dei popoli Awa, Embera Chamí, Embera Katió, Muruy, Tucano o Wiwa, solo per citare alcune delle 84 etnie che ancora si contano nel Paese sudamericano

Sono 106 gli indigeni massacrati in Colombia dall’inizio dell’anno: sono bambini, adulti e anziani, dei popoli Awa, Embera Chamí, Embera Katió, Muruy, Tucano o Wiwa, solo per citare alcune delle 84 etnie che ancora si contano nel Paese sudamericano, vittime di esecuzioni, massacri indiscriminati, sparizioni forzate, violenze e abusi di ogni genere.
In appena cinque mesi, da gennaio a maggio, l’ufficio colombiano dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani ha stilato un bollettino di gran lunga superiore a quello fornito dall’esercito regolare lo scorso anno, fermo a 73 vittime accertate. Il mancato riconoscimento dei loro diritti economici,