Tsunami – Le Mauritius si vogliono difendere con un muro

288

L’idea non è nuova. Questi tipi di muri esistono in Bangladesh o nelle Maldive. Proprio alle Maldive, il muro fu costruito dopo il maremoto del 1997. Qui il uro non ha impedito che il mare inondasse Male, la capitale, ma certamente ne ha attutito i danni. Infatti, i morti in tutte le Maldive sono stati solo 82

Si è aperta oggi all’isola di Mauritius (si concluderà venerdì) la conferenza internazionale degli stati delle piccole isole. Argomento principale il rischio delle piccole isole per l’innalzamento del livello del mare e per i fenomeni marini estremi.
Se si assumono come riferimento gli scenari Ipcc (l’organo scientifico consultivo delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici) sull’innalzamento del livello del mare e sull’aumento della frequenza ed intensità di fenomeni estremi a seguito dei cambiamenti del clima, le isole a maggior rischio di essere inondate o distrutte da fenomeni marini estremi sono:
– per quanto riguarda l’oceano Pacifico: le isole Kiribati (Polinesia), le