Agricoltura biologica nei parchi

48

Risulta importante un recupero dei giovani a queste attività anche sviluppando azioni di sensibilizzazione e di formazione, tenendo conto che i prodotti di qualità potrebbero rappresentare un vero e proprio sbocco positivo per molte piccole imprese locali

Nell’ambito del convegno dell’Aiab «Agricoltura biologica nella gestione delle aree protette» Giuseppe Rossi, direttore di Federparchi ha sottolineato nel suo intervento la speciale compatibilità delle attività agricole all’interno dei parchi, attività che rappresentano un importante settore economico per le comunità residenti e che possono svilupparsi sia con metodi tradizionali sia biologicamente. «Certo ? ha detto Rossi ? esistono difficoltà dovute al frazionamento eccessivo dei terreni, all’abbandono di molti di essi e all’età avanzata degli agricoltori rimasti. Risulta pertanto importante un recupero dei giovani a queste attività anche sviluppando azioni di sensibilizzazione e di formazione, tenendo conto che i prodotti di