Soddisfazione a metà per la «politica chimica europea»

49

Le associazioni ambientaliste, di tutela della salute e dei consumatori sono compiaciute del sostegno della Commissione Ambiente all’obbligo di sostituzione delle sostanze tossiche con alternative più sicure. Perché la sostituzione sia effettiva, però, è essenziale ottenere informazioni di base sulla sicurezza di composti dei quali sono sconosciuti gli effetti sulla salute e sull’ambiente

Soddisfazione di associazioni ambientaliste, di tutela della salute e dei consumatori per il voto di oggi alla Commissione Ambiente del Parlamento europeo su Reach, la riforma della politica chimica europea.
Le associazioni sono soddisfatte del sostegno della Commissione all’obbligo di sostituzione delle sostanze tossiche con alternative più sicure. E’ un passo indispensabile per evitare che sostanze pericolose continuino ad accumularsi nel nostro corpo e nell’ambiente.
Perché la sostituzione sia effettiva, però, è essenziale ottenere informazioni di base sulla sicurezza di composti dei quali sono sconosciuti gli effetti sulla salute e sull’ambiente. Al momento non abbiamo queste informazioni per il 90%