Ogm – Insufficiente in Europa la sicurezza alimentare

72

Associazioni ambientaliste, dei consumatori e di tutela della salute chiedono all’Efsa (Autorità europea per la sicurezza alimentare) di mettere la tutela dell’ambiente e della salute davanti agli interessi delle aziende

Greenpeace ed altre associazioni ambientaliste, dei consumatori e di tutela della salute (Eeb, Friends of the Earth, Eurocoop) chiedono all’Efsa (Autorità europea per la sicurezza alimentare) che apre oggi a Parma un confronto con le parti sociali, di mettere la tutela dell’ambiente e della salute davanti agli interessi delle aziende.
Le critiche principali all’Autorità sono sul fronte degli Ogm e arrivano un giorno dopo la decisione della Corte europea che attacca la libertà delle regioni di dichiarare il proprio territorio ogm-free.
Greenpeace e le altre associazioni chiedono all’Efsa di compiere seri cambiamenti nel proprio lavoro e nelle procedure