Per lo Stretto, contro il ponte

102

Il Wwf Italia il 22 alla marcia contro la realizzazione del ponte di Messina e per la valorizzazione della zona. Le richieste: revisione degli studi di impatto ambientale e blocco dell’accordo con Impregilo. Le ragioni della protesta e le motivazioni tecniche del no

Un sì allo sviluppo sostenibile dell’area ma con un passaggio di revisione degli studi di impatto ambientale oltre al blocco dell’accordo con Impregilo. Questa la posizione del Wwf esposta in occasione della conferenza stampa di presentazione della marcia del 22 gennaio a Messina in cui il Wwf ha ribadito il suo sì’ allo sviluppo sostenibile dell’area ma nel rispetto delle Direttive comunitarie vigenti e delle vere esigenze del territorio.
Ieri il Wwf aveva dato notizia che ormai tutta l’area dello Stretto di Messina è interamente sotto l’egida della UE in virtù dell’adeguamento da parte delle Regioni Sicilia e Calabria di