Contro i canili «lager» presidi in 350 piazze

101

Un giro d’affari da 500 milioni di euro annui al quale non corrispondono strutture e servizi adeguati. Si potrà firmare una petizione a governo e regioni per chiedere l’integrazione della legge 281/91 sulla prevenzione del randagismo

Sabato 1° e domenica 2 aprile la Lav sarà presente in 350 piazze d’Italia con le Giornate nazionali contro i canili lager e il giro d’affari che ruota intorno al fenomeno del randagismo, stimato dalla Lav in circa 500 milioni di euro all’anno (stima delle sovvenzioni pubbliche per il mantenimento dei cani in canili e rifugi): una cifra che spesso non corrisponde a strutture adeguate né a un corretto mantenimento degli animali. Tra gli illeciti più frequenti riscontrati dalla Lav e dalle forze dell’ordine: canili sovraffollati, carenze di cibo/acqua, strutture fatiscenti, carenze igienico-sanitarie, elevata mortalità dei cani, maltrattamenti, scarse adozioni,