Ciampi rinvia al Governo la Legge delega

94

Presumibilmente per motivi di ordine costituzionale, intendendo con questo anche il problema delle competenze tra Stato e Regioni, di obblighi internazionali che il nostro Paese ha (e quindi anche il corretto recepimento delle direttive comunitarie) e la copertura finanziaria

Il Presidente della Repubblica ha rinviato al governo il decreto sulla «Legge delega in materia ambientale» con cui venivano modificate le norme in tema di rifiuti, bonifiche, aria, danno ambientale, acque, Via e Vas.
Una decisione che non coglie di sorpresa il Wwf che già diversi mesi fa aveva predisposto una poderosa mole di osservazioni e documenti contro queste modifiche che violano le direttiva comunitarie di riferimento. In questi mesi le osservazioni del Wwf, come anche delle altre associazioni ambientaliste, erano comunque state sistematicamente ignorate dal Parlamento e dal Governo: la notizia del rinvio alla Governo da parte del Presidente