Qualità dell’aria – I «buchi neri» a Firenze

86

Gli inquinanti PM10, NO2, O3 e benzene non rispettano pienamente e in maniera consolidata gli standard fissati dalle norme vigenti- Le Tabelle

È possibile fare un primo bilancio della situazione della qualità dell’aria nell’area metropolitana fiorentina nel 2006. Nel territorio dei Comuni di Firenze, Calenzano, Campi Bisenzio, Scandicci e Signa, che fanno parte dell’area omogenea definita dalla Regione Toscana (DGR 1406-2001), è presente una rete pubblica di monitoraggio della qualità dell’aria, di proprietà dell’Amministrazione Provinciale di Firenze e gestita dal Dipartimento Provinciale di Firenze dell’Arpat, costituita da 11 stazioni fisse per il rilevamento degli inquinanti e 3 stazioni meteorologiche. Nel Comune di Sesto Fiorentino, che fa parte della stessa area omogenea, e presente una stazione fissa privata di proprietà del Consorzio Cavet