Gli eco–reati entrano nel Codice penale

159

Duro inasprimento delle pene. Ora si attende che passi in tempi brevi in Parlamento

Una storica vittoria per gli ecologisti e per quanti chiedono da anni un segnale forte contro i reati ambientali e le ecomafie. Oggi, infatti, il Consiglio dei Ministri, ha approvato il disegno di legge che introduce tali crimini nel codice penale. Il testo, che passerà in tempi brevi al Parlamento per l’approvazione, è costituito da 5 articoli ed è il frutto di un lungo lavoro dei dicasteri di Ambiente e Giustizia. Secondo stime ufficiali, nell’anno 2006 sono stati commessi tre reati ambientali ogni ora. Le forze dell’ordine hanno accertato 23.668 infrazioni e le quattro regioni maggiormente colpite da questa piaga