Kyoto club – Un anno contro i cambiamenti climatici e con nuove energie

193

«Il Kyoto club in questi ultimi anni sta assumendo un ruolo sempre più rilevante grazie al crescente sostegno informativo e formativo offerto ai professionisti e alle imprese che operano nel settore delle rinnovabili e dell’efficienza energetica. E qui penso, ad esempio, ai nostri corsi sulla certificazione energetica in edilizia e non solo, ma anche al supporto che offriamo ai decisori politici, sia a livello nazionale sia locale, nel definire alcune linee normative, come di strategie per la riduzione delle emissioni di gas serra», ha detto il Presidente del Kyoto club, Massimo Orlandi, che ha aggiunto: «Alcune nostre proposte recepite dalla

Finanziaria 2008 stanno a dimostrare questo nostro impegno: ad esempio, l’allargamento della detrazione fiscale ad alcune tecnologie e l’indicazione di una tariffa incentivante per gli impianti eolici inferiori a 200 kW di potenza». «Sono convinto ? ha aggiunto il Presidente del Kyoto club – che nel 2008 la crescita dell’associazione che si è registrata quest’anno renderà ancora più incisiva e concreta la nostra azione su queste tematiche».

In effetti nel mese di dicembre il Kyoto club ha superato la soglia dei 200 Soci, tra imprese, amministrazioni pubbliche, associazioni, enti e istituti di ricerca. Soggetti, questi, che hanno intrapreso o stanno avviando un percorso di sostenibilità e sono dunque coinvolte, insieme all’associazione, nel raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas-serra assunti con il Protocollo di Kyoto.

Il Kyoto club, che da quest’anno prevede nuovi e più specifici servizi per i Soci, aprirà le adesioni anche alle persone fisiche: un singolo operatore, uno studente, un cittadino interessato alle tematiche della sostenibilità energetica potranno diventare «Sostenitori» e partecipare a vario titolo alle iniziative del Kyoto club; in questo caso vi saranno due modalità di adesione: Sostenitore Professionista e Sostenitore Amico, con una diversificazione della quote associative e dei vantaggi.
La scelta di far entrare nell’orbita dell’associazione anche i singoli nasce dal fatto che un gran numero di professionisti è sempre più interessato alle attività. Ad esempio, nel solo 2007 gli iscritti ai corsi di formazione sono stati oltre 700 (oltre 500 hanno partecipato al corso per certificatori energetici in edilizia). L’idea di fondo è di avvicinare alle tematiche energetiche-ambientali la società civile e chiunque abbia attenzione e interesse alla diffusione delle fonti rinnovabili, dell’efficienza energetica e della mobilità sostenibile.

È con questo spirito che tra le novità del 2008, il Kyoto club (KC) ha pensato di organizzare brevi workshop con lo scopo di fornire all’impresa, al professionista pubblico e privato un quadro dettagliato su leggi, regolamenti, procedure di accesso agli incentivi, novità tecnologiche e applicative, oltre a una corretta documentazione. Gli incontri, riservati a Soci e Sostenitori del KC, saranno anche un’occasione per raccogliere proposte di integrazione o di modifica dell’attuale legislazione da sottoporre a livello dei decisori politici.

Parte dell’informazione e della formazione (inclusi gli stessi workshop normativi e tecnologici) sarà il frutto anche dell’attività dei Gruppi di lavoro tematici che rappresentano una caratteristica peculiare del Kyoto club. I 9 Gruppi di Lavoro, coordinati da