La Melanophila, ovvero il richiamo istantaneo del fuoco

64

Centinaia di migliaia di anni prima che l'uomo avesse inventato gli odierni sistemi di rilevamento e misurazione a distanza delle fonti di calore (termografia, satelliti per la prevenzione di incendi e per la segnalazione di eruzioni vulcaniche), un piccolo Coleottero Buprestide, la Melanophila (dal greco, che significa amante del nero, e cioè del legno carbonizzato) […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.