Le emissioni di gas serra nell’unione europea

71

L’Italia, insieme alla Finlandia e al Regno Unito ha registrato l’aumento più elevato di emissioni in termini assoluti

Recentemente, a Copenaghen, è stato reso noto il rapporto sulle emissioni di gas ad effetto serra nella Comunità Europea. I dati riportati registrano un?impennata, durante il 2003, delle emissioni di gas ad effetto serra, responsabili del cambiamento climatico in Europa; in particolare nei 15 vecchi stati membri le emissioni sono aumentate dell’1,3%. L’ultima relazione annuale su queste emissioni dell’Agenzia europea per l’Ambiente denuncia un incremento complessivo dell’1,5% delle emissioni provenienti da tutti i membri della comunità. Le cause di questo incremento vanno ricercate principalmente nell’aumento della produzione di elettricità dal carbone. Le temperature più rigide registrate nel primo trimestre in diversi paesi dell’Unione, hanno comportato un maggior consumo di combustibili fossili per riscaldare case ed uffici. Nei vecchi stati membri dell’Unione, l’aumento complessivo delle emissioni riflette l’aumento di emissioni da gas ad effetto serra provenienti dall’industria energetica (+ 2,1%): questo è dovuto principalmente ad un incremento del 5% nella produzione di energia termoelettrica e da un incremento del 5% nel consumo di carbone ad uso delle centrali termoelettriche.
Anche le emissioni provenienti da consumi domestici e dal settore dei servizi è aumentato sensibilmente: 2,8%; il settore industriale ha registrato un aumento delle emissioni del 2,1%.
Solo nel campo agricolo si è notata una flessione, attribuibile ad un decremento del numero di capi di bestiame ed al livello ridotto di emissioni provenienti dai terreni agricoli. L’Italia, insieme alla Finlandia e al Regno Unito ha registrato l’aumento più elevato di emissioni in termini assoluti. In Italia sono aumentate principalmente le emissioni provenienti dalle famiglie e dai servizi (+ 8%) e dall’industria manifatturiera (+ 6%). Tuttavia, dal 1990, l’anno di riferimento del protocollo di Kyoto, le emissioni di gas ad effetto serra nell’Unione Europea si sono ridotte dell’1,7%; questa riduzione è frutto delle politiche e dei provvedimenti comunitari e nazionali presi per raggiungere i parametri stabiliti a Kyoto. (rsg)

(Fonte Arpat)