Le risorse idriche

115

Quantunque un numero maggiore di persone abbia accesso all’acqua, il dato complessivo del 2009 non è cambiato: circa il 40% della popolazione mondiale non ha ancora accesso all’acqua potabile, la metà circa dei quali non ha alcun accesso all’acqua. Una percentuale ancora più alta non dispone di servizio igienico-sanitari. In pratica, poco o nulla è cambiato dal 2000 al 2008 per l’Africa sub-sahariana e per l’Asia meridionale, ma anche per molti Stati delle piccole isole del Pacifico. Viceversa, i maggiori progressi sono stati raggiunti nell’Asia occidentale (ed in particolare in Cina), in molti paesi dell’America Latina (in particolare nei Caraibi) e nelle repubbliche della ex Urss situate nell’Asia centrale. Progressi significativi per l’accesso all’acqua potabile, ma non ai servizi sanitari, sono stati compiuti anche nel nord Africa e nel medio oriente.