Piccola lezione sul clima

253

di Emanuel Kerry, edizione il Mulino

Pagine: 100 | Costo ?: 9.00

Disponiamo di una serie storica di dati, non messi più in discussione neppure dagli scettici, che ci dicono che siamo in presenza di un cambiamento del clima: lo testimoniano l’aumento della concentrazione dei gas serra nell’atmosfera e della temperatura media del pianeta, la crescita del livello dei mari e la diminuzione dell’estensione dei ghiacciai dell’Artico.
La maggioranza degli scienziati ritiene che le cause siano, in buona parte, di natura antropica e che le conseguenze, in assenza di un’inversione di rotta, potrebbero essere drammatiche.
Quello che risulta più difficile da stabilire e sul quale c’è ancora discussione sono i tempi, i ritmi e l’entità del riscaldamento globale. In questa magistrale lezione, tenuta, con uno stile pacato e amichevole, da uno dei più autorevoli esperti in materia, ci sono tutti gli elementi essenziali della questione: che cosa sappiamo del clima di oggi e di ieri, quanto sono attendibili i modelli previsionali di cui disponiamo, come gli scienziati sono giunti a isolare il fattore umano dalla naturale variabilità climatica, gli aspetti negativi del sensazionalismo mediatico e di una certa strumentalizzazione politica, la necessità del cambiamento a fronte di un pericolo reale.

Indice del volume

Prefazione di Franco Prodi
I. Il mito della stabilità naturale
II. La fisica dell’effetto serra
III. Perché il problema del clima è un problema difficile
IV. Determinare l’influenza dell’uomo
V. Le conseguenze
VI. La scienza e i media
VII. La politica del cambiamento climatico globale
Postfazione di Judith A. Layzer e William R. Moomaw.

L’Autore

Kerry Emanuel è professore di Scienze dell’atmosfera al Massachussets Institute of Technology di Cambridge (Mass.). Esperto di uragani, ha pubblicato numerosi contributi scientifici tra cui: «Divine Wind. The History and Science of Hurricanes» Oxford University Press 2005.