Quantum of solace premiato all’Ischia film festival

108

Assegnato il Foreign Award 2009 all’ultimo episodio della saga dell’agente speciale 007, James Bond

È Quantum of Solace il vincitore del Foreign Award 2009, il premio che ogni anno l’Ape (Associazione produttori esecutivi) e Ischia film festival attribuiscono alle produzioni internazionali che hanno fatto dell’Italia il set delle loro pellicole.

Il ventiduesimo episodio di James Bond è stato girato in parte in Italia. Tutto l’incipit del film è infatti ambientato tra Siena, Talamone, Carrara e il Lago di Garda: dalle strade della Gardesana sul Lago di Garda dove è stato girato l’inseguimento iniziale, alle cave di marmo di Carrara dove lo stesso si conclude, fino alla bellissima Siena, dove è ambientata una delle scene di colluttazione più animate, proprio mentre in Piazza del Campo si svolge il Palio. Senza tralasciare la villa della spia amica-nemica René Mathis (Giancarlo Giannini) a Talamone, nel parco naturale della Maremma, a picco sul mare nel comune di Orbetello, in Toscana.

Le location italiane hanno dunque giocato un ruolo fondamentale nel film, ma soprattutto gli operatori turistici e commerciali del luogo hanno saputo trarre vantaggi dal film stesso, in accordo con la produzione. Nelle località coinvolte, infatti, sono state approntate una serie di iniziative volte alla promozione del territorio rifacendosi al film.

È proprio questo il fine ultimo del marketing territoriale: sfruttare l’interesse e l’attrattiva delle pellicole per promuovere il territorio come meta di turismo, aiutando così anche l’economia locale.

Il premio sarà consegnato sabato 11 luglio, durante la cerimonia di chiusura del festival, da Guido Cerasuolo, produttore esecutivo del film, nonché socio dell’Ape.