La creatività e la cultura per lo sviluppo regionale

131

«La Basilicata oggi è assolutamente consapevole che le risorse spese in cultura riescono a produrre risultati più consistenti»

«La Basilicata con il progetto “Visioni urbane” è riuscita a mettere insieme i principali soggetti che operano nel settore della creatività per avviare in Basilicata cinque laboratori per costruire un nuovo modello di sostegno al dinamico settore cinematografico regionale».
Questo è ciò che ha detto questa mattina il presidente della Regione, Vito De Filippo, intervenendo alla conferenza stampa di presentazione della X edizione del «Lucania Film Festival».

Nel corso dell’incontro con i giornalisti, svoltosi nei pressi della pista aeroportuale di Pisticci scalo, De Filippo ha affermato che «l’investimento pubblico nella cultura è stato per troppo tempo insufficiente perché il ritmo della politica è stato scandito dalle continue emergenze economiche che hanno riguardato e riguardano il settore dell’industria. Oggi, la Basilicata ha ribaltato questa prospettiva essendo assolutamente consapevole che le risorse spese in cultura riescono a produrre risultati più consistenti».

La Regione, infatti, attraverso fondi nazionali, comunitari e regionali, ha messo a disposizione 4.400.000,00 euro. A queste risorse se ne aggiungeranno altre per l’avvio dell’attività dei centri creativi e per rafforzare la missione dei progetti.

L’obiettivo è recuperare gli spazi che i cittadini lucani e soprattutto i giovani potranno usare per esprimere il loro potenziale creativo. E per questo scopo, infatti verranno utilizzate risorse stanziate dall’accordo di programma quadro sulla solidarietà sociale. L’idea è ospitare in questi spazi dei laboratori creativi, in cui giocarsi la partita di fare sviluppo sociale, economico, occupazionale, utilizzando le leve della creatività e della cultura, recuperando così un patrimonio che per diverse ragioni era stato abbandonato al degrado.

Il presidente ribadisce che «nel settore della cultura e della creatività la Basilicata è in grado di mettere in campo ulteriori risorse. Ma le associazioni devono sforzarsi di individuare nuovi modelli organizzativi, come “Visoni urbane”».

E afferma che le potenzialità di successo nel settore del cinema in Basilicata sono elevate, come dimostra la decennale esperienza del Festival, ma che per realizzare tutto questo è importante avere un luogo preciso capace di diventare il punto di riferimento per tutti coloro che vogliono realizzare produzioni in questa Regione.

Infine De Filippo conclude dicendo che «anche in questa direzione che la Regione sta lavorando sapendo, che per cambiare in meglio e più rapidamente un territorio la cultura può essere lo strumento più efficace».

Un altro evento culturale molto importante prenderà il via domani e fino al 23 agosto nella Chiesa dell’Addolorata a Maratea, «Amore/Philos».

L’evento multimediale, prodotto dal dipartimento delle Attività produttive della Basilicata, con l’ufficio stampa della giunta regionale, e organizzato con la collaborazione del comune di Maratea, che prevede la proiezione de «La Bellezza dell’Arte svela la Bellezza della Vita», un video-art sulla valorizzazione del patrimonio culturale.

Nello scenario della Chiesa dell’Addolorata offrirà l’occasione per un viaggio idilliaco di iniziazione alla scoperta della Basilicata. Attraverso il linguaggio delle emozioni, con immagini, suoni e versi poetici, si verrà a contatto con i preziosi tesori della Basilicata, una terra ideale che, con intensi brividi di passione, riesce a sprigionare l’intensità dell’amore per la vita e che, per questo, va conosciuta ed amata.

Questo il concetto alla base di «Amore/Philos – Basilicata d’Amare: Più la scoprirai più l’amerai», ideato e coordinato da Tomangelo Cappelli, realizzato nell’ambito di «Ospitalità nei Borghi», I Progetto lucano d’eccellenza riconosciuto dal ministero della Pubblica amministrazione.

L’assessore del dipartimento Attività Produttive della Regione Basilicata, Gennaro Straziuso, afferma che «la consapevolezza di possedere un preziosissimo patrimonio culturale può alimentare il sentimento di attaccamento alla propria terra, contribuendo alla sua promozione, e può certamente essere rafforzata dal coinvolgimento di personalità note, come comprovato dalla sentita adesione ai principi etici ed estetici di “Amore/Philos” da parte di personaggi dello spettacolo, dell’arte, della cultura come Giorgio Albertazzi, Simona Atzori, Lello Arena, Enzo Avitabile, Pippo Baudo, Peppe Barra, Andrea Bocelli, Carlo Bergonzi, Sergio Caputo, Daklen Difato, Luca De Filippo, Davide Garattini, Raina Kabaivanska, Sabino Lenoci, Denny Mendez,Giancarlo Minardi, Franco Oppini, Carles Padrissa&La Fura dels Baus, Immacolata Pannone, Michele Placido,Daniele Piombi, Giuseppe Sabbatini, Luciana Savignano,Grazia Scuccimarra, Marco Vratogna, François-Joël Thiollier, Paolo Villaggio, Stefano Zecchi etc., che sono già stati nominati, o sono in procinto di esserlo, «Ambasciatori del patrimonio culturale della Basilicata» nel Mondo. È importante ricordare –  ha continuato l’assessore – che il primo ambasciatore lucano di “Amore/Philos” è stato nominato il giovanissimo pianista materano Daklen Difato, di soli nove anni, che ha già compiuto varie missioni, nazionali e internazionali, di promozione culturale della Regione, divenendo il simbolo del riscatto dei grandi valori etici di una cultura di nobilissime origini come quella lucana che, per troppo tempo, ha vissuto in una dimensione troppo marginale».

(Fonte Regione Basilicata)