Si apre il cinefestival dell’ambiente

279
film festival cine

Fino al 13 ottobre saranno proiettati documentari, cortometraggi, video e conferenze sullo stato di salute dell’uomo e del pianeta

Si inaugura oggi la XII edizione di Cinemambiente, il più importante festival di cinema italiano del filone ambientale fondato e diretto da Gaetano Capizzi ed organizzato dal Museo nazionale del Cinema.

Cuore dell’intera manifestazione saranno le sale di Torino Esposizioni dove, fino al 13 ottobre, saranno proiettati documentari, cortometraggi, video e conferenze sullo stato di salute dell’uomo e dell’intero pianeta.

Tre le sezioni in concorso che ospiteranno i documentari internazionali, quelli italiani e i cortometraggi internazionali, che quest’anno sostituiscono i film d’animazione. Accanto ai film in concorso, la rassegna prevede diversi focus sui diritti umani, organizzati in collaborazione con la sede italiana di Amnesty international, e le sezioni Panorama ed Ecokids, tradizionale appuntamento dedicato ai più piccoli.

Con Cinemambiente, il cinema accoglie una grande sfida sociale. Attraverso le opere filmiche si accendono i riflettori sul delicato e ormai precario rapporto tra uomo e ambiente, per testimoniare che vivere in maniera eco-sostenibile è possibile. Ecco allora che, attraverso le storie dei protagonisti, drammatiche ed allarmanti, ma divertenti ed ottimiste al tempo stesso, temi quali il riscaldamento globale, la scarsità di risorse non rinnovabili, lo sfruttamento indiscriminato delle energie, si presentano come il nodo della nostra quotidianità, tanto difficile da districare ma altrettanto influente sulle nostre vite.

Molte delle opere in concorso quest’anno si concentrano sulle potenzialità del singolo rispetto alla risoluzione dei problemi ambientali. Sono tante, infatti, le persone, soprattutto famiglie, che cercano di adottare uno stile di vita nuovo, più rispettoso della natura, senza per questo rinunciare al proprio benessere. È una rivoluzione che parte dal basso, forse l’unica davvero efficace: ognuno di noi può vivere bene senza danneggiare l’ambiente, garantendo alle generazioni future un pianeta sano.

Anche quest’anno Cinemambiente, leader del network internazionale Effn (Environmental film festival network), torna ad aprire la stagione autunnale piemontese mettendo in scena un festival ad emissioni zero, in pieno spirito ambientalista. L’edizione 2009 si inserisce nel più ampio programma di Uniamo le Energie, il manifesto per l’indipendenza dal petrolio sottoscritto e promosso dalla Regione Piemonte nel maggio scorso. Grazie a questo programma, giungeranno a Torino autorevoli ospiti internazionali chiamati a discutere sul complesso tema delle risorse energetiche e delle fonti rinnovabili.