Una Scuola di Aerosol per giovani ricercatori

256
odori olfatto

Pensata per fornire le nozioni sugli aerosol atmosferici e le tecniche per la loro caratterizzazione. Si terrà dal 14 al 19 dicembre. I docenti saranno tutti ricercatori italiani e stranieri attivi nel settore

La Società Italiana di Aerosol (Ias) organizza la sua prima scuola rivolta a studenti e giovani ricercatori operanti nel settore degli aerosol atmosferici che si terrà dal 14 al 19 dicembre presso il Palazzo Turtur, Via Preti 29, nel centro storico di Molfetta (Bari), sede distaccata del Dipartimento di Chimica dell’Università di Bari.

La Scuola e si inserisce tra le attività di formazione previste dal Progetto Strategico Simpa (Sistema integrato per il monitoraggio del particolato atmosferico), cofinanziato dalla Regione Puglia per il triennio 2007-2009.

È stata pensata per fornire le nozioni sugli aerosol atmosferici e le tecniche per la loro caratterizzazione: si partirà dalle conoscenze di base per arrivare ad approfondire argomenti di frontiera della ricerca nel settore (aerosol organici, aerosol carboniosi, sorgenti naturali, ecc.). Avrà una durata di 44 ore di lezione distribuite in 6 giorni con un programma che partirà dalle conoscenze di base per arrivare ad approfondire argomenti di frontiera della ricerca nel settore (aerosol organici, aerosol carboniosi, sorgenti naturali, ecc.).

I docenti sono tutti ricercatori italiani e stranieri attivi nel settore.

La Scuola è a numero chiuso: saranno accettate le prime 40 iscrizioni e non saranno considerate richieste per partecipazioni limitate ad alcuni giorni. Per favorire la partecipazione vengono proposte diverse soluzioni con pagamento della sola quota di iscrizione fino ad un trattamento «all inclusive» (iscrizione, vitto, alloggio da domenica 13 a sabato 19 dicembre e spostamenti albergo/bed&breakfast – sede della Scuola, escluse le spese di viaggio per raggiungere Molfetta).

Le iscrizioni devono essere effettuate inviando un e-mail alla dott.ssa Eleonora Andriani, indicando titolo di studio, età, posizione lavorativa, ecc. Dopo aver ricevuto conferma della disponibilità della sistemazione alberghiera eventualmente indicata, l’iscrizione dovrà essere completata entro il 4 dicembre con il versamento della quota d’iscrizione. Al ricevimento del bonifico l’interessato riceverà via e-mail la conferma definitiva dell’iscrizione e le informazioni sulla sistemazione alberghiera.

Ai partecipanti verrà inoltre rilasciato un attestato di partecipazione.

Programma delle lezioni

Lunedì, 14 Dicembre

Introduzione (Prof. Franco Prodi, Presidente Ias)

Fondamenti della fisica degli aerosol atmosferici

Ore 9-13: F. Prodi (Cnr, Isac- Bologna e Presidente Ias)

– Aerosol: definizioni, parametri di classificazione e processi di formazione. Le basi cinetiche della fisica dell’aerosol. Le forze agenti sulle particelle. Processi di rimozione. Aerosol e microfisica delle nubi

– Esercizi/ casi studio proposti dal docente

Ore 15-19: F. Belosi (Cnr, Isac – Bologna)

– Cenni di fluidodinamica per la fisica dell’aerosol.
– Introduzione alle tecniche di campionamento.
– Applicazioni atmosferiche e sanitarie.
– Cenni di statistica dell’aerosol.

– Esercizi/ casi studio proposti dal docente

Martedì, 15 Dicembre

Campionamento e misura delle distribuzioni dimensionali

Ore: 9-13: A. Febo (Cnr, Iia – Roma)

– Teoria della filtrazione. Metodi di campionamento

– Normativa di riferimento e problemi aperti

– Esercizi/casi studio proposti dal docente

Ore 15-19: V. Gianelle (Arpa Lombardia)

– Distribuzioni dimensionali

– Metodi di misura della concentrazione in numero, superficie, volume (CPC, OPC, DMPS, impattori)

– Esercizi/casi studio proposti dal docente

Mercoledì, 16 Dicembre

Tecniche innovative per la speciazione chimica

Ore 9-13:U. Baltensberger (Psi- Villingen)

– L’aerosol secondario. Analisi chimiche on-line (AMS)

– Esercizi/casi studio proposti dal docente

Ore 15-19: G. De Gennaro (Dip. Chimica, Univ. Bari), M.R. Perrone (Dip. Fisica, Univ. Lecce)

– Visita ai laboratori di Bari

– Descrizione delle attività nei laboratori di Lecce

Giovedì, 17 Dicembre

Speciazione ed apporzionamento delle sorgenti

Ore 9-13: S. Becagli (Dip. Chimica, Univ. Firenze)

– Speciazione chimico-fisica off-line (cromatografia, ICP, XRF, XRD, SEM,…)

– Esercizi/casi studio proposti dal docente

Ore 15-19: S. Nava (INFN – Firenze)

– Tecniche innovative per la caratterizzazione elementare (IBA)

– Modelli a recettore e metodologie di apporzionamento

– Esercizi/casi studio proposti dal docente

Venerdì, 18 Dicembre

Metodi ottici, effetti radiativi degli aerosol, speciazione del carbonio

Ore 9-13: H. Horvath (Univ. Vienna)

– Interazione aerosol, radiazione e.m. Strumentazione per la caratterizzazione delle proprietà ottiche (coefficiente di scattering, assorbimento, estinzione): misure in-situ e da remote sensing (lidar, satelliti, …)

– Determinazione della componente carboniosa: metodi ottici e termo-ottici

– Esercizi/casi studio proposti dal docente

Ore 15-19: A. Piazzalunga (Dip. Scienze dell’Ambiente e del Territorio, Università Milano Bicocca)

Natura delle particelle carboniose in atmosfera

– I metodi termo-ottici a confronto

– Biomass burning  & biogenic sources: traccianti organici ed inorganici

– Esercizi/casi studio proposti dal docente

Sabato, 19 Dicembre

Aerosol,  qualità dell’aria e clima

Ore 9-13: X. Querol (CSIC Barcellona)

– Aerosol urbano e di background regionale Il problema del budget di carbonio

– Trasporto a lungo range: mineral dust (metodi per tracciarla e identificarla)

– Esercizi/casi studio proposti dal docente

– Considerazioni conclusive e chiusura della scuola

(Fonte Comitato organizzatore della Scuola)