Vetro – Linee guida per l’edilizia

143

Si punta all’adeguamento dei regolamenti edilizi comunali. Determinante il dialogo tra i Comuni italiani ed il mondo dell’Industria del vetro per la realizzazione di un’edilizia sostenibile che tenga conto delle peculiarità del territorio

Si tiene oggi a Milano, presso il Circolo della Stampa, la presentazione ufficiale del lavoro «Il vetro per l’efficienza energetica nell’edilizia. Linee Guida per l’introduzione nei Regolamenti edilizi comunali di elementi per la piena attuazione della normativa vigente e delle misure finalizzate a promuovere l’efficienza energetica degli edifici mediante l’utilizzo dei prodotti vetrari (vetri piani per serramenti, lane di vetro per isolamento termico delle superfici opache)».

Si tratta di uno strumento operativo (predisposto da un Tavolo Tecnico promosso e coordinato da Ancitel Energia e Ambiente e Assovetro (Associazione Nazionale Industriali del Vetro), cui hanno preso parte i Comuni di  Calenzano (FI), Castelnuovo Magra (SP), Lecce, Traversetolo (PR) e Salerno) che intende contribuire alla diffusione di un’edilizia energeticamente efficiente e che si rivolge ai tecnici dei Comuni, ma anche ai progettisti e alle aziende del settore delle costruzioni.

A fronte di una produzione normativa che, soprattutto negli ultimi anni, si è succeduta rapidamente, disciplinando le caratteristiche prestazionali degli elementi costruttivi degli edifici e grazie ad innovazioni tecnologiche che rendono disponibili sul mercato prodotti e soluzioni innovative caratterizzate da prestazioni particolarmente elevate, il ruolo dei Comuni appare infatti determinante. Un nodo cruciale, a tal riguardo, è quello dei Regolamenti edilizi: essi, oltre a recepire le indicazioni della legislazione vigente, possono svolgere una funzione di vero e proprio «orientamento» della produzione edilizia sul proprio territorio comunale, introducendo prescrizioni più severe (clausola di «cedevolezza») ed incentivando gli interventi più efficienti dal punto di vista energetico, ma anche attivando adeguati sistemi di verifica e controllo dei progetti.

Come noto, l’isolamento degli involucri edilizi e quello delle superfici trasparenti, queste ultime sempre più ampie, è determinante per il risparmio energetico e per il miglioramento del comfort abitativo. Per soddisfare le varie prescrizioni fissate dalle norme occorre, tuttavia, impiegare adeguati materiali isolanti delle superfici opache e vetri ad alte prestazioni definiti accuratamente nella fase di progettazione.

Lo scopo delle «Linee Guida», che oggi vengono presentate, dunque, è quello di fornire agli Uffici comunali indicazioni e strumenti volti a facilitare l’adeguamento del Regolamento edilizio per la piena attuazione della normativa vigente e delle misure finalizzate a promuovere l’efficienza energetica degli edifici, mediante l’utilizzo dei prodotti vetrari.

Il documento presenta una descrizione chiara e sintetica delle prescrizioni fissate dalla normativa vigente per quanto concerne le prestazioni complessive dell’involucro edilizio e le prestazioni termiche dei componenti dell’involucro stesso, nonché una panoramica dettagliata della funzione e delle caratteristiche prestazionali dei prodotti in vetro (vetri piani e lane di vetro per l’isolamento). Oltre ad illustrare alcune misure di incentivazione adottabili nei Regolamenti edilizi comunali, le Linee Guida propongono, soprattutto, procedure e strumenti elaborati assieme ai Comuni del Gruppo di Lavoro per svolgere con semplicità e maggiore efficacia le necessarie attività di verifica e controllo sia durante le fasi di presentazione dei progetti che nella fase di cantiere.

Le Linee Guida sono il frutto di un percorso articolato e fruttuoso di collaborazione tra Assovetro ed Ancitel Energia e Ambiente avviato nel 2008 con alcuni Focus Group info-formativi per tecnici comunali, e proseguito, a cavallo tra 2008 e 2009, con la ricerca su «Efficienza energetica nelle costruzioni: il ruolo del vetro per i Comuni». Le Linee Guida saranno disponibili da domani sul sito di Ancitel Energia e Ambiente.

(FonteWeber Shandwick)