A Torino 100 bus super ecologici

324

Le emissioni di particolato e di idrocarburi incombusti sono ridotte del 99% rispetto a un bus Euro 0, quelle di monossido di carbonio del 98% e quelle di ossidi di azoto dell’89%

Sono stati presentati i 100 nuovi autobus Gtt ecologicamente avanzati che entreranno in servizio passeggeri nei prossimi giorni. Si tratta di veicoli con caratteristiche ambientali Eev, cioè la motorizzazione più avanzata sul mercato, con standard migliori dell’Euro 5 per quanto riguarda le emissioni di particolato e di ossidi di azoto.

I 20 nuovi autobus sono stati esposti in piazza Vittorio Veneto a disposizione della cittadinanza alla quale i tecnici Gtt hanno illustrato le caratteristiche tecniche ed ambientali dei nuovi veicoli.

I 100 nuovi autobus «Citelis», costruiti da Irisbus Iveco, con motore Eev (veicoli ecologicamente avanzati) sostituiscono altrettanti mezzi con motore Euro 0. In questo modo l’età media del parco veicoli è di 10 anni: si tratta di un primo passo con l’obiettivo di diminuire ulteriormente l’età media degli autobus nei prossimi mesi. Sono mezzi a bassissimo impatto ambientale: le emissioni di particolato e di idrocarburi incombusti sono ridotte del 99% rispetto a un bus Euro 0, quelle di monossido di carbonio del 98% e quelle di ossidi di azoto dell’89%.

L’entrata in servizio dei nuovi mezzi è accompagnata da una campagna di comunicazione per far conoscere il loro valore ambientale. Tutti gli autobus sono stati personalizzati con un apposito logo e messaggi sulle fiancate. Il logo è caratterizzato da un fiore stilizzato che richiama nei colori e nella forma il tema ecologico, mentre il messaggio presente sulle fiancate vuole sottolineare il maggior confort abbinato al basso impatto ambientale.

Tutti i veicoli dispongono di impianto climatizzato, di sistema di videosorveglianza e sono attrezzati per le persone disabili con una postazione per carrozzelle e la pedana per il raccordo con il marciapiede in fermata. Gli indicatori di linea esterni sono di grandi dimensioni e a bassa saturazione visiva, con ripetizione, tra la porta anteriore e quella centrale, ad altezza del viso per favorire la lettura agli ipovedenti.

L’acquisto di questi autobus era stato deciso dal Consiglio d’Amministrazione Gtt lo scorso settembre con un investimento di circa 22 milioni di Euro a totale carico di Gtt.