Gli olivi secolari sul web

110

Oltre 500 olivi monumentali censiti tra il Parco Nazionale del Gargano, il Parco Regionale delle Dune Costiere, la Riserva Naturale Statale di Torre Guaceto e de Le Cesine, nonché il territorio di tre Municipalità nell’isola di Creta

Si è tenuto all’Istituto agronomico mediterraneo di Bari del Ciheam, il Terzo Steering Committee Meeting del Progetto Life+«Cent.Oli.Med».

Il Progetto, co-finanziato dalla Commissione europea e coordinato dall’Iam di Bari, è finalizzato alla «Identificazione e Conservazione dell’elevato valore naturalistico degli oliveti secolari nella Regione mediterranea». Alla presenza del responsabile italiano del Gruppo di Monitoraggio della Commissione europea, del rappresentante del ministero dell’Ambiente, dell’assessorato all’Ecologia della Regione Puglia e dei Partner italiani e greci, si è fatto il punto sullo stato di avanzamento delle azioni di progetto.

Tra i risultati più interessanti vi è la creazione di un database per la caratterizzazione morfo-genetica degli olivi secolari, che raccoglie e mette a disposizione del web, i dati di oltre 500 olivi monumentali censiti tra il Parco Nazionale del Gargano, il Parco Regionale delle Dune Costiere, la Riserva Naturale Statale di Torre Guaceto e de Le Cesine, nonché il territorio di tre Municipalità nell’isola di Creta. Approfonditi studi sono stati condotti nelle suddette aree con l’ausilio di esperti botanici e faunistici evidenziando la grande ricchezza in termini di biodiversità vegetale ed animale che caratterizza gli oliveti secolari allevati con tecniche tradizionali.

Attraverso un approccio partecipativo che ha coinvolto agricoltori, produttori, tecnici, ricercatori ed ambientalisti, si è giunti alla definizione di linee guida per la gestione sostenibile di questi oliveti, cercando di conciliare le esigenze della protezione ambientale con quelle della produzione agricola e della fruizione ricreativa.

Questa intensa attività continuerà negli anni a venire attraverso una serie di azioni concrete sul territorio, tra le quali sono previste la realizzazione ed il recupero di muri a secco e la piantagione di alberi e siepi di arbusti della macchia mediterranea che dovrebbero fornire rifugio ad uccelli, rettili e mammiferi, oltre ad una serie di attività divulgative. Nel quadro di quest’ultimo tipo di attività, nella Riserva Naturale dello Stato di Torre Guaceto, Centro Visite di Serranova, il 21 aprile si terrà un incontro con i proprietari di oliveti dell’area, per illustrare le attività concrete del progetto, condividendone le finalità ed i benefici per il territorio.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito del progetto Life+ Cent.Oli.Med., www.lifecentolimed.iamb.it

(Fonte Ciheam Iamb)