Abruzzo sostenibile per rilanciare la regione

76

Punta a conquistare spazi nel settore del turismo didattico naturalistico di Roma e dell’area campana. La squadra è formata da comuni, cooperative e società private

Sindaci al fianco delle aree protette nella sfida di «Abruzzo sostenibile» mirata a conquistare spazi nel settore del turismo didattico naturalistico di Roma e dell’area campana. La squadra mista, pubblico privato, formata da Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, Parco regionale Sirente Velino e riserve naturali Monte Velino e Grotte di Pietrasecca in collaborazione con la cooperativa Sherpa ed il finanziamento di Legacoop Abruzzo conquista il sostegno dei Comuni di Magliano dei Marsi, Carsoli, Rocca di Mezzo, Villavallelonga e Massa d’Albe chiamati a condividere linee guida e strategie per stimolare la crescita del turismo scolastico nella Regione verde d’Europa.

Prima mossa, illustrata dai rappresentanti delle aree protette e di Sherpa coop, Vittorio Ducoli, direttore del Pnalm, Luca Santarossa, responsabile promozione del Parco Sirente Velino, Lucia Eusepi, ufficio territoriale per la biodiversità del Corpo forestale dello Stato di Castel di Sangro per la Riserva Monte Velino, Daniele Colitti, Sherpa, un educational-tour di 3 giorni rivolto a insegnanti e dirigenti scolastici delle scuole di I e II grado della Capitale, che toccherà anche i Comuni di Fontecchio, Secinaro e Ovindoli, volto a far conoscere attività di laboratorio e visite guidate nelle aree protette.

«Il rilancio turistico all’insegna dello sviluppo sostenibile – ha commentato il padrone di casa, il sindaco di Magliano dei Marsi, Gianfranco Iacoboni – è la strada giusta per sostenere lo sviluppo dei territori in forma associata». Sulla stessa lunghezza d’onda i colleghi. «L’idea mi pare ottima – ha affermato Giorgio Blasetti, primo cittadino di Massa d’Albe – mettendo insieme i “pezzi pregiati” possiamo farcela a rilanciare il territorio e offrire anche qualche opportunità di lavoro ai giovani».

Porta aperta anche da Emilio Nusca, sindaco di Rocca di Mezzo, che ha espresso l’auspicio di un «maggior dinamismo e apertura dei Parchi per sostenere lo sviluppo nella Regione verde d’Europa», mentre il vice sindaco di Villavallelonga, Leonardo Lippa, ha accolto con favore la collaborazione «pubblico-privato: è la formula giusta – ha evidenziato – in grado di produrre ottimi risultati per tutti».

Cartello da ampliare ulteriormente per il primo cittadino di Carsoli che scommette sulla Riserva delle Grotte di Pietrasecca. «Ora che abbiamo avviato le macchine e fatto squadra – ha sostenuto Mario Mazzetti – occorre ampliare il progetto agli operatori per coinvolgerli attivamente in quest’operazione sviluppo ad ampio raggio. La partita è vitale per il territorio, si vince con il massimo coinvolgimento».

Abruzzo sostenibile, quindi, si gioca insieme, anche per dargli continuità, poiché il progetto finanziato da Legacoop Abruzzo e Sherpa coop copre gli anni 2010/2011. Due anni utili a lanciare il progetto e pianificare una strategia futura puntando a intercettare fondi regionali, nazionali ed europei per non deludere le aspettative dell’Abruzzo dei Parchi, principale punto di forza della Regione nella partita del turismo nazionale e internazionale. L’educational tour rivolto a insegnanti e dirigenti scolastici, che avranno l’opportunità di conoscere i pezzi pregiati del territorio, avvierà la scommessa delle formule vacanza congiunte nelle aree protette: gite di una o due giorni alla scoperta di orsi, lupi, camosci, cervi, aquile reali, grifoni, caprioli, siti archeologici e grotte carsiche; campi scuola di 3 o 5 giorni; campi natura di 6 giorni; stage di 3 giorni.

(Fonte Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise)