A Shanghai le rinnovabili pugliesi

155

L’occasione è data dalla moda ma la regione ha portato anche creatività e innovazione in altri settori come il cinema, l’arte e le energie. E poi «Apulia Scenes To Explore», il primo e unico festival cinematografico dell’intera Esposizione che ha in programmazione una selezione dei principali film girati nel territorio

La passerella «Italian-Style Marriage in Apulia» ha aperto il calendario degli appuntamenti pugliesi all’Expo di Shanghai 2010.

A sfilare presso la piazza «Joy of Living» del padiglione italiano più di 40 abiti realizzati in seta, pizzi, shantung e organza di eccellente qualità. In tantissimi hanno apprezzato lo spettacolo in cui gli stilisti, con tagli e stili diversi, hanno mostrato l’originalità e la creatività squisitamente italiana.

Ma l’appuntamento a Shanghai per la Puglia non si esaurisce con la moda. La regione si è presentata infatti con un bagaglio ricco di creatività e innovazione anche in altri settori come il cinema, l’arte e le energie rinnovabili.

Oltre alla sfilata di abiti nuziali, ci sarà «Apulia Scenes To Explore», il primo e unico festival cinematografico dell’intera Esposizione Universale che ha in programmazione una selezione dei principali film girati nel territorio pugliese.

Il 2 luglio si terrà, infine, un workshop sulle energie rinnovabili, di cui la Puglia è uno dei principali produttori a livello nazionale e su questo aspetto la regione intende avviare una nuova relazione di partenariato con la Provincia del Guangdong.

Un esempio concreto dunque di un paese che studia, lavora, innova e crea. Una regione, la Puglia, nella quale le tradizioni antiche, la storia e la cultura convivono con le tecnologie più moderne e innovative in termini di attenzione all’ambiente, di sostenibilità ed energie rinnovabili.