Un Centro per il creato a Roma

156

Da un gruppo di personalità e competenze diverse, affratellate da elevati intenti comuni, è scaturita l’idea di collaborare concretamente alla costituzione del Centro, che raccolga documenti, immagini e testimonianze di ogni religione, cultura ed epoca storica sul tema dell’amore e del rispetto verso la Natura

Da oltre vent’anni il Comitato Parchi sostiene con convinzione e costanza l’idea che sia giunto il momento di costituire a Roma, nel cuore della civiltà occidentale, mediterranea e cristiana, consapevole della propria identità ma aperta alla convivenza con altre culture, religioni e tradizioni, un Centro ispirato alle grandi storie e alle alte intuizioni della società umana nella difesa dell’ambiente e dell’armonia tra Uomo e Creato: come «L’Arca di Noè», «La Terra ha un cuore verde, la Natura» e «Il Cantico delle Creature».

L’evento organizzato la scorsa primavera in Sicilia, alle falde della «montagna sacra», per impulso di Carmelo Nicoloso, Coordinatore del Comitato Parchi per il Mezzogiorno d’Italia (Catania, 13 e 14 maggio 2011) ha offerto una magnifica occasione di incontro tra il Comitato Parchi Nazionali, rappresentato da Franco Tassi, e le personalità più impegnate e coinvolte nella dimensione spirituale della conservazione dell’ambiente e della natura. In questa sede, sono stati insigniti del prestigioso riconoscimento di «Ambasciatore della Natura» del Centro Parchi Internazionale, una bellissima targa di roccia lavica con sovraimpressa in ceramica la tavola raffigurante «La Terra ha un cuore verde, la Natura» tre personaggi di grande spessore:

– l’alpinista scalzo vicentino Tom Perry, autore di leggendarie imprese eco-sportive in ogni continente;

– il musicista lucano Ferdy Sapio, celebre per aver messo in musica il «Cantico delle Creature» di San Francesco;

– monsignor Janek Cielecki, direttore di Vatican Service News, il sacerdote polacco collaboratore di Papa Giovanni Paolo II durante gli ultimi anni del suo pontificato.

Da questo gruppo di personalità e competenze tanto diverse, affratellate da elevati intenti comuni, è scaturita l’idea di collaborare concretamente alla costituzione del Centro per il Creato, che raccolga documenti, immagini e testimonianze di ogni religione, cultura ed epoca storica sul tema dell’amore e del rispetto verso la Natura. (F. T.)