Nell’anno delle foreste uccise 40 tigri

134

Si stima che appena 3.200 tigri vivano ancora in libertà in tutto il mondo, e la loro sparizione è dovuta al bracconaggio, alla deforestazione e alla conversione in piantagioni

Almeno 40 tigri di Sumatra, specie in via di estinzione, sono state uccise nel corso del 2011 (anno delle foreste), secondo quanto riferisce il ministero delle Foreste indonesiano. Darori, direttore generale di protezione delle foreste e conservazione della natura presso il ministero delle Foreste, ha presentato l’allarmante dato nel corso di un seminario sull’attuazione del Piano Nazionale per la rinascita della Tigre di Sumatra.
Darori non ha fornito dettagli sui casi riportati, ma ha detto che la popolazione di tigre di Sumatra è oramai inferiore ai 400 individui. Delle nove specie di tigre nel mondo, tre sono già estinte. Due delle sottospecie estinte erano specifiche dell’Indonesia: le tigri di Bali e di Java.
«Senza immediate azioni di protezione, le tigri selvatiche potrebbero estinguersi entro il 2022», ha aggiunto Noviar Andayani, della Wildlife Conservation Society al «Jakarta Globe». Si stima che appena 3.200 tigri vivano ancora in libertà in tutto il mondo, e la loro sparizione è dovuta al bracconaggio, alla deforestazione e alla conversione in piantagioni.
«Cinque specie potrebbero presto estinguersi se non verrà protetto l’habitat della tigre», ha aggiunto Noviar.

(Fonte Salva le Foreste)