Premio Basi nel segno dell’acqua

74
Un tratto del fiume Fiora

Fino al 6 agosto in quattro straordinarie location, l’esposizione delle opere di 83 giovani emergenti nelle sezioni site specific, disegno, scultura pubblica e grafica. L’acqua come bene comune il tema del concorso

Si aprirà a Grosseto domani, nella suggestiva cornice del Cassero Senese, la seconda edizione del Premio Basi, il concorso di arte contemporanea che si propone come osservatorio per l’arte emergente italiana. Un appuntamento interamente dedicato all’acqua, tema su cui si sono concentrate le opere degli 83 artisti selezionati che esporranno in quattro diverse location della Maremma: dalle sorgenti del Fiora al mare di Castiglione della Pescaia, passando per la suggestiva ambientazione della Cava di Roselle e, appunto, per il monumentale Cassero Senese nella città di Grosseto.

Al Cassero Senese di Grosseto domani si terrà la serata di premiazione dei quattro vincitori per le quattro diverse sezioni tematiche: La Sorgente_LiquidaMente afFiora, La Cava_Water Sources, La Città_Water Tribe, Il Mare_SeeExitWay, a cui si aggiunge il premio per la sezione Under25, riservata agli studenti o ex studenti delle scuole a indirizzo artistico e delle accademie di età non superiore ai 25 anni.

La Giuria è composta da Daniela Cresti critica d’arte, Gianni Caverni giornalista, Mauro Papa direttore Cedav, Arabella Natalini Co-direttore del Centro EX3 Firenze, Silvia Petronici curatore di Premio BASI, Armona Pistoletto Cittadellarte – Fondazione Pistoletto e Patrizia Raimondi direttore della Galleria L’Ariete arte contemporanea Bologna.

Intorno al tema prescelto, sono state individuate quattro categorie: quella dell’installazione site specific, la scultura pubblica, il disegno e la grafica, e gli artisti si sono confrontati con i luoghi messi loro a disposizione dal premio seguendo l’ispirazione tematica che indirizza verso una riflessione sull’Acqua (ecosostenibilità, comportamento etico, condivisione e redistribuzione delle risorse, tutela dell’ambiente naturale, riqualificazione dell’ambiente urbano, arte come fenomeno pubblico di grande valore sociale).