Sicurezza alimentare e salute umana

116

Gianluca Tognon, Società editrice Montecovello

Cosa hanno in comune l’ondata di calore del 2003 in Europa e le inondazioni in Pakistan del 2010? Ed è vero che malattie come la leishmaniosi, la leptospirosi e le malattie trasmesse dalle zecche sono in aumento? La risposta a queste domande potrebbe dipendere dal surriscaldamento globale, un fenomeno meteorologico con manifestazioni sempre più evidenti e un rompicapo per molti scienziati che ne studiano l’evoluzione nel tempo.

La variabilità delle condizioni meteorologiche e l’aumento della frequenza di eventi estremi come cicloni, inondazioni o siccità, influenzerà anche l’agricoltura e l’accesso al cibo per molte popolazioni.

I cambiamenti ambientali influiranno sulle condizioni di vita dell’uomo, interagendo con le condizioni socio-economiche e incentivando povertà e ingiustizie sociali. Saperne di più è importante: questo rapporto analizza la più recente bibliografia scientifica in materia approfondendo le tematiche che collegano fra loro clima, sicurezza alimentare e salute.

L’Autore è nato a Lodi nel 1976, laureato in scienze biologiche presso l’Università degli Studi di Pavia. Attualmente svolge le sue attività di ricerca presso l’Università di Göteborg in Svezia dove è impegnato in un progetto sugli effetti della dieta mediterranea nelle popolazioni scandinave. Recentemente ha pubblicato i risultati di uno studio che ha mostrato un’associazione fra dieta mediterranea e longevità negli anziani svedesi, raccogliendo un certo interesse da parte della stampa internazionale. In Italia è docente al Master di Nutrizione Umana presso l’Università degli Studi di Pavia e svolge attività di consulenza in ambito nutrizionale.