Emas, le nuove Linee guida

188

Emas è il sistema comunitario a cui possono aderire volontariamente le imprese e le organizzazioni, sia pubbliche sia private, aventi sede nel territorio della Comunità europea o al di fuori di esso, che desiderano impegnarsi nel valutare e migliorare la propria efficienza ambientale

Incoraggiare le organizzazioni interessate ad aderire al sistema di ecogestione ed audit (Emas, Eco-Management and Audit Scheme), uno strumento di gestione che consente di valutare, comunicare e migliorare le proprie prestazioni ambientali. Questo lo scopo delle Linee guida per aderire ad Emas, approvate dalla Commissione con decisione 4 marzo 2013, n. 2013/131/Ue.
Ma cosa sta ad indicare la sigla Emas?
Bene, Emas è il sistema comunitario a cui possono aderire volontariamente le imprese e le organizzazioni, sia pubbliche sia private, aventi sede nel territorio della Comunità europea o al di fuori di esso, che desiderano impegnarsi nel valutare e migliorare la propria efficienza ambientale.
Le radici del primo ordinamento Emas sono ben lontane e da rintracciare nel Regolamento n. 1836 emanato nel 1993 e poi sostituito nel 2001 dal Regolamento n. 761 che, a sua volta sottoposto a revisione, è stato sostituito nel 2009 dal nuovo Regolamento n. 1221, ad oggi ultima elaborazione.
Emas è un sistema volto a migliorare l’ambiente e a fornire alle organizzazioni, alle autorità di controllo ed ai cittadini, in senso lato, uno strumento attraverso il quale prender visione delle prestazioni ambientali delle varie realtà aderenti.
Ma ritorniamo alle Linee guida approvate con decisione n. 2013/131/Ue. Queste, preparate ai sensi dell’articolo 46 del Regolamento n. 1221/2009, vogliono rappresentare una guida chiara e semplice per le organizzazioni interessate ad Emas. Elaborate per offrire istruzioni di agevole lettura per fasi, le Linee guida indicano elementi e misure principali che deve realizzare un’organizzazione o un’impresa che voglia aderire al sistema volontario Emas. Il documento mira a migliorare la comprensione generale del sistema di gestione avendo come scopo quello di agevolare l’ingresso ai soggetti interessati.
In definitiva, una registrazione, quella Emas, che ha una duplice valenza, ossia, permette alle aziende che la ottengono di godere di sgravi fiscali segnalando, nel contempo, la qualità e le performance ambientali dell’organizzazione nel suo complesso e ai vari utenti di inquadrare e dar valore a quelle realtà che credono nel rispetto e nella tutela dell’ambiente tanto da aver inserito, non con poche difficoltà, tale pratica nella gestione quotidiana delle cose.