L’E-Cat… perché non darlo in dono all’umanità?

185
L'ing. Andrea Rossi

Luciano Saporito si rivolge all’inventore dell’E-Cat/Hot E-Cat con una provocazione: «la sua invenzione ha una tale importanza da trascendere la sua pur importante persona. Molti e tali sono i benefici che questa meravigliosa tecnologia energetica offrirebbe alle società, ai popoli e alle singole persone, che il tardarne la sua diffusione sarebbe una colpa grave! … Non potrebbe prendere in considerazione la possibilità di donare al mondo la conoscenza dei principi fisici della sua invenzione?

Caro ing. Andrea Rossi,
Innanzitutto volevo congratularmi per gli ottimi risultati ottenuti dal Suo Hot E-Cat e rivelati dalla pubblicazione dell’ultimo report pubblicato da «arxiv», poi ripreso da altri siti web e da vari organi di stampa. Come lei sa io ci ho creduto! E sono stato un Suo appassionato sostenitore, fin dai tempi della prima presentazione ufficiale dell’E-Cat avvenuta nel 2011.
Con l’ultimo report pubblicato, a cui ho fatto sopra riferimento, mi sembra di capire che la tecnologia Hot E-Cat non solo sia stata validata scientificamente e ufficialmente da terze parti, ma anche che sia ormai uscita brillantemente dalla fase sperimentale, e attualmente sia quindi da considerasi del tutto matura. Allora mi domando: come mai, a tutt’oggi, (nel 2013!), pare non vi siano impianti e apparati di vario taglio e potenza installati, o acquistabili facilmente, anche da singoli privati cittadini? (Per esempio come caldaie domestiche, in attesa della generazione di energia elettrica da parte dell’apparato stesso), o in pronta consegna, ma solo eventualmente ordinabili e di potenze solo elevate (1MW termici)? Questo ritardo forse dipende da una politica commerciale e industriale che sta creando forti ritardi nella diffusione di fatto di questa Sua meravigliosa tecnologia energetica?

 

Rossi1    Rossi2Fig. 1-2 – Two images from the test performed on Nov. 20th 2012. Here, the activation of thecharge (distributed laterally in the reactor) is especially obvious. The darker lines in the photograph are actually the shadows of the resistor coils, which yield only a minimal part of the total thermal power. The performance of this device was such that the reactor was destroyed, melting the internal steel cylinder and the surrounding ceramic layers. The longtermtrials analyzed in the present report were purposely performed at a lower temperatures for safety reasons.

 

Personalmente ritengo, come ho già avuto modo di dire in passato, che questa sua invenzione (o forse sarebbe meglio dire scoperta, considerato che alla base esiste un fenomeno fisico?!), sia meritevole di premio Nobel! E colgo l’occasione per augurarle con tutto il cuore questa meritata onorificenza. Vorrei aggiungere però una considerazione: Noi viviamo nell’era di internet, dell’open source, del villaggio globale, di wikipedia, e della condivisione delle conoscenze; e allora mi chiedo come può una scoperta così importante e fondamentale per il benessere materiale dell’Umanità, e anche del pianeta Terra, ovvero la Sua scoperta di una fonte di energia economica, inesauribile e pulita, come quella delle LENR (Hot E-Cat), come può un simile prezioso bene essere lasciato nelle mani di poche perone? Naturalmente è giusto che il suo importante e duro lavoro venga ripagato, ma questo non dovrebbe essere di ostacolo alla diffusione dell’invenzione stessa! Come forse sta avvenendo? In altre parole: potrebbe accontentarsi di un premio Nobel?

 

Rossi3Fig. 3 Thermal image of the November test device. The temperature of 859 °C refers to the area within the circle of the mark (Area 2). The graphs on right show the temperature trends along the horizontal line traversing the device (X Profile), and along the vertical line on the left of th image (Y Profile).

 

Come lei certamente già saprà, la sua invenzione l’Hot E-Cat, ha una tale importanza da trascendere la sua pur importante persona. Molti e tali sono i benefici che questa meravigliosa tecnologia energetica offrirebbe alle società, ai popoli e alle singole persone, che il tardarne la sua diffusione sarebbe una colpa grave! Questa nuova tecnologia energetica certamente potrebbe contrastare la povertà di individui, di interi popoli e nazioni… Allora perché indugiare e perdere altro tempo? Non potrebbe lei caro ing. Andrea Rossi, prendere in considerazione la possibilità di donare al mondo la conoscenza dei principi fisici della sua invenzione? E questo consentirebbe pressoché a tutti di trarne immediato e diretto beneficio, rivitalizzando magari anche l’economia mondiale! Non sarebbe già questa una immensa soddisfazione e gratificazione per la Sua Persona? Il solo fatto di pensare che ogni inverno muoiono nel mondo migliaia di persone per il solo fatto che a causa della loro condizione economica di estrema povertà non riescono a provvedere al proprio riscaldamento, quando lei potrebbe con la sua tecnologia Hot E-Cat fornire calore e garantire la vita anche a questi esseri umani, non sarebbe per lei già un motivo di soddisfazione e di orgoglio, sufficienti a ripagarla per quanto scientificamente e umanamente ha fatto? Certamente se lei adottasse questa sua eventuale decisione positiva noi, e anche le generazioni future, le saremo per sempre grati…

 

Rossi4Il diagramma di Ragone mostra come un E-Cat, quand’anche non spinto al massimo e spento non per esaurimento del combustibile, sia una sorgente di energia di vari ordini di grandezza più grande di quelle chimiche (combustibili fossili, etc.).

 

Concludo questa mia lettera aperta confidando nel fatto che la sua sensibilità umana le sia da guida nel portare avanti con successo e nell’interesse di tutti la sua invenzione (Hot E-Cat), e non per soddisfare solo l’interesse materiale la volontà di arricchimento e la voracità di pochi… Mi auguro inoltre che possa prevalere in lei il suo amore per l’umanità tutta, e anche per il pianeta Terra, attualmente in grave pericolo, a causa del riscaldamento globale, sottoposto come è all’inquinamento esponenziale dell’atmosfera a causa dell’uso di combustibili di origine fossile, alla depredazione, e all’aggressione quotidiana a cui è sottoposto dovuta principalmente alla ricerca spasmodica di fonti energetiche fossili, di cui aumenta progressivamente il bisogno, per sostenere questo tipo di sviluppo economico e di civiltà, ecc.
Cordialità Luciano Saporito