Settimana europea della mobilità sostenibile

311

Il messaggio di quest’anno mira a sensibilizzare la cittadinanza sul legame tra il traffico motorizzato e l’inquinamento atmosferico nelle aree urbane e chiama i cittadini a svolgere un ruolo attivo per migliorare la qualità dell’aria delle proprie città. Così si riducono le emissioni di gas climalteranti, l’inquinamento acustico e la congestione del traffico, oltre a favorire il proprio benessere fisico e mentale

«Clean air! It’s your move» è lo slogan scelto dalla Commissione europea per la dodicesima edizione della Settimana europea della Mobilità sostenibile.
Il messaggio di quest’anno mira a sensibilizzare la cittadinanza sul legame tra il traffico motorizzato e l’inquinamento atmosferico nelle aree urbane e chiama i cittadini a svolgere un ruolo attivo per migliorare la qualità dell’aria delle proprie città. Scegliere di spostarsi a piedi, in bicicletta o con mezzi pubblici riduce le emissioni di gas climalteranti, l’inquinamento acustico e la congestione del traffico, oltre a favorire il proprio benessere fisico e mentale.
Il consueto appuntamento internazionale, che quest’anno si svolgerà dal 16 al 22 settembre 2013, rilancia la sfida per la sostenibilità in Europa. Incoraggia ed agevola le città europee a migliorare il proprio bilancio energetico e le prestazioni ambientali del sistema dei trasporti con azioni di diminuzione e di ecocompatibilità degli spostamenti.
I Comuni, le istituzioni, le organizzazioni e le associazioni sono stimolate ad incrementare forme di mobilità sostenibile e ad incoraggiare i cittadini all’utilizzo di mezzi di trasporto alternativi all’auto privata negli spostamenti quotidiani. Il ministero dell’Ambiente aderisce alla Settimana della Mobilità sostenibile svolgendo un ruolo di coordinamento nazionale e di supporto alle iniziative ed eventi realizzati dai soggetti aderenti, nonché promuovendo la partecipazione attiva dei cittadini e specifiche azioni a carattere nazionale. Per aderire all’iniziativa gli Enti Locali devono:

1. registrare le loro attività sul sito internet www.mobilityweek.eu
2. sottoscrivere la Carta EMW
3. soddisfare le tre regole «d’oro» della Settimana, ovvero organizzare una settimana di attività, attuare almeno una nuova misura a carattere permanente e prevedere, preferibilmente per il 22 settembre, la giornata «In città senza la mia auto».

Con l’adesione, gli Enti locali concorrono al premio ufficiale della Settimana europea della Mobilità che viene assegnato durante una cerimonia alla presenza di rappresentanti della Ue.
La città vincitrice, scelta da un gruppo di esperti dei trasporti tra 10 finaliste, è premiata con un video promozionale gratuito (fino a 3 minuti di clip in inglese e nella lingua del paese di appartenenza) che evidenzi i successi conseguiti con le politiche realizzate.
Le iniziative più meritevoli realizzate dai 10 selezionati saranno inserite nelle campagne informative promozionali sui vari canali di comunicazione della Settimana.
Ad oggi, ma quotidianamente in aumento, sono 30 i paesi che hanno aderito all’iniziativa; al primo posto l’Austria con 245 partecipanti; 40 le città italiane che partecipano tra cui: Bisceglie, Bologna, Bolzano, Como, Genova, Lecco, Marsala, Modena, Pesaro, Provincia di Rimini, Provincia di Treviso, Ravenna, Trieste.
Nell’ambito della manifestazione Settimana europea della Mobilità sostenibile, la Commissione europea, per favorire la diffusione della mobilità sostenibile nei 27 Stati membri della Ue, oltre Norvegia, Islanda, Liechtenstein e Croazia, nel luglio 2012 ha lanciato la campagna triennale denominata Sum (Sustainable Urban Mobility).

«Do the Right Mix» è lo slogan scelto per la Sum con l’obiettivo centrale di promuovere i vantaggi che derivano dalla combinazione di diversi modi di trasporto. Promuovere la mobilità sostenibile ed incoraggiare le persone a diversificare le modalità di trasporto negli spostamenti in città con conseguenti indubbi benefici per la salute e per l’ambiente ed un risparmio in termini economici.
A sostegno di questa iniziativa, la Commissione europea ha previsto due premi dedicati a due diversi gruppi di soggetti:
– Azioni di natura promozionale
– Sump (European Commission’s Sustainable Urban Mobility Plan).
Il primo, Azioni di natura promozionale, è dedicato a Ong, enti di ricerca e di insegnamento, enti locali o nazionali, enti pubblici, società pubbliche o private.
Il soggetto interessato registra sul sito internet dotherightmix.eu la propria iniziativa che deve essere a carattere promozionale e promuovere un cambiamento comportamentale verso una diversa cultura della mobilità urbana (con un focus particolare sulla multimodalità).
Ai partecipanti giudicati ammissibili viene concesso l’uso del logo «Do the Right Mix» e dei relativi materiali promozionali e la loro attività promozionale inserita in una campagna informativa più ampia con risalto sul sito internet dotherightmix.eu.
All’interno della Sum, la Commissione europea ha promosso un’iniziativa di sostegno ad alcuni Stati membri, tra cui l’Italia, per una campagna di comunicazione e divulgazione a favore di politiche di mobilità sostenibile integrata.

Il Ministero dell’Ambiente ha quindi aderito per l’Italia, insieme ad altri 5 paesi Ue, tramite Eurocities, la rete delle principali città europee. Lo scopo è di definire e sviluppare una campagna di comunicazione a livello nazionale avvalendosi di un Gruppo di coordinamento composto da soggetti esponenti a vario titolo di realtà tecniche, amministrative e sociali e con l’aiuto dell’Associazione Euromobility, ente no profit che raggruppa i «Mobility Manager» italiani.
Per l’anno 2013 l’Italia ha ottenuto il sostegno per la campagna di comunicazione e divulgazione e pertanto le associazioni ed enti italiani non possono partecipare al premio Azioni di natura promozionale.
Il secondo premio denominato Sump (European Commission’s Sustainable Urban Mobility Plan) è dedicato esclusivamente a favore di Enti Locali.
La Commissione europea riconosce l’importanza della pianificazione di sistemi di mobilità integrata volti a offrire ai cittadini opzioni di mobilità alternative che siano sostenibili ambientalmente e che soddisfino la domanda di mobilità.
Il premio quindi rappresenta la prima forma di supporto europeo alle azioni di pianificazione della mobilità urbana attuate dalle autorità locali attraverso i Piani di mobilità urbana sostenibile, definiti come «un insieme di misure correlate volte a soddisfare le esigenze di mobilità delle persone e delle imprese di oggi e di domani».
Viene assegnato ai Comuni virtuosi che abbiano mostrato l’eccellenza nello sviluppo e nell’attuazione dei Piani di mobilità urbana sostenibile e si concentra annualmente su una diversa tematica:
per il 2013 il tema scelto è «Integrazione dei criteri di politica economica, sociale e ambientale».
Per partecipare al premio Sump è necessario registrare la propria azione sul sito internet dotherightmix.eu.
Ai vincitori, selezionati da una giuria di esperti, andranno oltre ad un contributo economico della Commissione europea, anche visibilità internazionale, un video promozionale, assistenza nelle relazioni con la stampa e l’attestato di vincita durante una cerimonia che si terrà a Bruxelles.
Tra i vincitori dell’edizione 2012 per l’Italia il progetto premiato dalla Commissione europea anche con un sostegno finanziario è stato Mics (Mobility Integration for Community Solutions) promosso dalle associazioni operanti nel quartiere San Salvario di Torino.