Sistri – Sanzioni prorogate al 31 dicembre 2014

237
rifiuti discarica

Viene prorogato al 31 dicembre 2014, attualmente il termine previsto è il 2 agosto 2014, il periodo durante il quale sono sospese le sanzioni Sistri… Rimane in vigore il cosiddetto «doppio binario».

La nostra iniziativa per le Aziende 

E si continua a parlare del Sistema di tracciabilità dei rifiuti (Sistri).
Nella seduta del 17 febbraio 2014 la Camera ha approvato il disegno di legge, già approvato dal Senato, di conversione, con modificazioni, del decreto-legge 30 dicembre 2013, n. 150, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative (C. 2027). Il provvedimento torna ora all’esame dell’altro ramo del Parlamento.
Dopo il comma 3 [dell’art. 10], aggiungere il seguente:
3.1. All’articolo 11 del decreto-legge 31 agosto 2013, n. 101, convertito con modificazioni dalla legge 30 ottobre 2013, n. 125, al comma 3-bis, le parole: «Nei dieci mesi successivi dalla data del 10 ottobre 2013» sono sostituite dalle seguenti: «Fino al 31 dicembre 2014».

In pratica cosa cambia?
Rimane confermata la data del 3 marzo 2014 quale termine iniziale di operatività per i produttori iniziali di rifiuti pericolosi, nonché per i comuni e le imprese di trasporto dei rifiuti urbani del territorio della regione Campania di cui al comma 4 dell’articolo 188 – ter, del d. lgs. n. 152 del 2006.
Viene invece prorogato al 31 dicembre 2014, attualmente il termine previsto è il 2 agosto 2014, il periodo durante il quale sono sospese le sanzioni Sistri e continuano ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi cartacei di cui agli articoli 188, 189, 190 e 193 del d. lgs 3 aprile 2006, n. 152, nel testo previgente alle modifiche apportate dal d. lgs 3 dicembre 2010, n. 205, nonché le relative sanzioni associate agli adempimenti cartacei. Rimane in vigore il cosiddetto «doppio binario».
Inoltre nulla si definisce in merito al pagamento del contributo Sistri 2014, che, allo stato attuale, andrebbe versato entro il 30 aprile 2014.
In definitiva, nessuna proroga nell’operatività ma slittamento delle sanzioni. Ora, se nella conversione in legge del milleproroghe verranno confermati gli ultimi emendamenti si procederà con questo doppio binario che va bene un po’ a tutti.
Permette alle aziende di operare con Formulari di identificazione rifiuti (Fir), Registri di carico e scarico, praticamente tutti quegli strumenti che gli operatori conoscono bene e, d’altra parte, permette di non archiviare definitivamente un sistema che, se attivato pienamente, tramonterebbe all’istante.
Insomma tutti ne giovano, nulla cambia e tutto viene prorogato di volta in volta con grande soddisfazione della Selex e di quanti pensano di aver messo in moto un Sistema che non ha precedenti, o meglio ne ha parecchi, ma non aventi le stesse finalità di semplificazione delle procedure e degli adempimenti, di riduzione dei costi sostenuti dalle imprese e di gestione in modo innovativo ed efficiente di un processo complesso e variegato con garanzie di maggiore trasparenza, conoscenza e prevenzione dell’illegalità, mast del nostro tanto discusso Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti – Sistri.
Le solite cose all’italiana…