La primavera non vuole arrivare

148
foto di A. Perrini

Il Week End, purtroppo è previsto con un calo termico un po’ ovunque, più accentuato al centro nord, con piogge localmente anche intense al nord e sulle regioni alte e medie tirreniche

È stata una settimana all’insegna della variabilità, con temperature nella media stagionale e mari da poco mossi a calmi. In particolare i mari meridionali sono stati generalmente calmi e ciò ha permesso l’arrivo nelle nostre coste di altri 4.000 emigranti afroasiatici. Verso il week end però il tempo meteo è cambiato con piogge a tratti e temporali soprattutto lungo la dorsale appenninica. Vediamo ora cosa ci aspetta nella settimana entrante.

Le previsioni

Un inizio settimana all’insegna dell’instabilità che porterà cieli coperti e piogge su gran parte delle regioni settentrionali e su parte di quelle alte e medie tirreniche. Lunedì quindi possibili piogge nel primo mattino anche in Campania, ma qui la situazione tenderà a migliorare sensibilmente. Decisamente meglio la situazione sulle estreme regioni meridionali Sicilia compresa.
Martedì fotocopia del lunedì, anche se le piogge si sposteranno maggiormente sul versante alto Adriatico. Mercoledì un po’ di tregua sulle regioni tirreniche, ancora qualche pioggia invece sul settore nord orientale, nel tardo pomeriggio però è previsto un peggioramento del tempo a partire dal settore nord occidentale.
Tra giovedì e venerdì prevarrà la variabilità al centro e al sud, mentre al nord ancora tempo instabile con piogge su Piemonte, Lombardia e Triveneto nelle aree a ridosso delle Alpi. I mari inizialmente calmi tenderanno già a metà settimana ad essere mossi, soprattutto quelli adriatici e del medio e basso Tirreno.
Il Week End, purtroppo è previsto con un calo termico un po’ ovunque, più accentuato al centro nord, con piogge localmente anche intense al nord e sulle regioni alte e medie tirreniche. Torna la neve sulle Alpi e sui monti appenninici a partire da 1.200 metri di altitudine. Sulle regioni del sud la situazione sarà migliore, anche se qualche rovescio temporalesco è possibile in prossimità dei rilievi montuosi della Calabria e della Sicilia.