Bel tempo, il Nord dovrà aspettare

301
foto di A. Perrini

La prima parte del week end sarà caratterizzata da tempo ancora perturbato soprattutto al nord e su parte del centro. Tempo stabile invece al sud. Tuttavia nella seconda parte è previsto un generale miglioramento con temperature che torneranno nella media stagionale al nord, sopra la media al centro e al sud. I mari da mossi a poco mossi

Come previsto, finita la prima bolla di calore africana della stagione è tornato il tempo primaverile che comunque ha avuto, sempre come previsto, uno stop alquanto violento al nord a causa dello scontro tra aria più fresca ed umida atlantica e aria calda stagnante. Questo è accaduto giovedì scorso dove tra il Piemonte e la Lombardia si sono registrati violenti temporali che hanno provocato in molte località allagamenti e qualche frana. Poi il maltempo si è spostato per il week end al centro sud, ma è al sud, in particolare in Sicilia e in Sardegna che si è fermato. Quasi ovunque si è registrato un calo termico, ma sempre in linea con le medie stagionali. Vediamo allora cosa ci aspetta la settimana entrante.

Le previsioni

Inizialmente bel tempo al nord e su parte del centro, mentre al sud resta ancora una situazione di instabilità, ma che comunque dovrebbe terminare già a partire da martedì. Il bel tempo comunque ha i tempi contati perché una vasta perturbazione atlantica con epicentro tra la Francia e l’Inghilterra del sud porterà un deciso cambiamento del tempo al nord. Al centro invece prevarrà il variabile, mentre al sud bel tempo ovunque. Purtroppo il tempo resta instabile al nord e successivamente al centro e su parte del sud. Sereno e caldo estivo invece sulle estreme regioni meridionali isole comprese. Questa situazione si presenterà anche per il week end, ma vediamo nel dettaglio:
Lunedì: Al nord variabile sereno. A tratti coperto con qualche pioggia nelle zone più interne del centro, ampi rasserenamenti invece lungo le coste. Il maltempo invece insiste al sud con piogge anche a carattere di rovescio sulle regioni ioniche e sulla Sicilia orientale. I mari meridionali mossi. Temperature stazionarie al centro nord, in lieve rialzo al sud.
Martedì: Al nord tendenza al peggioramento del tempo con piogge pomeridiane nelle zone a ridosso delle Alpi. Meglio la situazione sul settore nord orientale. Al centro sud il tempo è in netto miglioramento, anche se sono possibili temporali lungo la media e bassa dorsale appenninica. Le temperature in leggera diminuzione al nord, stazionarie altrove. I mari sempre da mossi a poco mossi quasi ovunque.
Mercoledì: Entra una vasta perturbazione atlantica che porterà maltempo su gran parte delle regioni settentrionali e in parte su quelle centrali. Possibili nevicate sopra i 1.300 metri sulle Alpi centrali. I mari generalmente da poco mossi a mossi. Temperature in ulteriore calo al nord e su parte del centro. Stazionarie altrove. Sulle rimanenti regioni del centro (Parte del Lazio, Umbria e Abruzzo) prevarrà il variabile. Al sud sarà il cielo sereno a fare da padrone. Qui i mari tenderanno a passare da mossi a poco mossi.
Giovedì: Nessuna tregua al nord dove continuerà a fare cattivo tempo in particolare tra il Piemonte e la Lombardia. Un certo miglioramento nell’arco della giornata su Liguria e Piemonte meridionale. Ulteriore calo termico al nord e ancora possibili nevicate su tutto l’arco alpino a partire da 1300 metri. Tempo variabile al centro. Stessa cosa, ma con ampie schiarite al sud.

Attendibilità al 70%

Venerdì: migliora la situazione sul settore nord ovest e sulle regioni tirreniche, resta invece tempo perturbato sul Triveneto e sulle regioni adriatiche. Qui il mare è previsto mosso. Bel tempo al Sud. Temperature sotto la media stagionale al nord, fresche e gradevoli al centro, nella media stagionale al Sud.
Week End: la prima parte sarà caratterizzata da tempo ancora perturbato soprattutto al nord e su parte del centro. Tempo stabile invece al sud. Tuttavia nella seconda parte è previsto un generale miglioramento con temperature che torneranno nella media stagionale al nord, sopra la media al centro e al sud. I mari da mossi a poco mossi.