Ma la primavera arriverà

236

Ancora una settimana di pazienza ma già con il week end la situazione migliorerà: generalmente bel tempo su gran parte delle coste italiane, variabile nelle zone interne e lungo i rilievi con possibili precipitazioni pomeridiane. Le temperature in leggero aumento ovunque

Un maggio «altalenante» potremmo definirlo questo del 2015: si è passati dal caldo africano al freddo norvegese. Inizialmente al nord e su parte delle regioni adriatiche le piogge e i temporali hanno fatto scendere le temperature su valori prettamente autunnali e in alcuni casi invernali, poi verso la fine della settimana piogge e temperature a picco sul resto delle altre regioni italiane. È tornata la neve sulle Alpi a quote relativamente basse, stessa cosa sull’Appennino centrosettentrionale. In alcune località del nord le temperature sono scese di 15 gradi, sul resto dell’Italia mediamente di 10 gradi. Sarà così anche la prossima settimana?

Le previsioni

La prima parte della settimana sarà caratterizzata ancora da una certa instabilità, ma a partire da venerdì la primavera tornerà a dominare le nostre regioni. Vediamo allora cosa potrebbe accadere giorno per giorno.

Lunedì: un certo miglioramento su gran parte delle regioni a partire dal mattino, ma poi verso le ore pomeridiane, soprattutto al nord ma anche nelle zone interne del centro sud torneranno le nubi e le piogge. Più sole invece sulle aree costiere delle regioni meridionali, sulla Sicilia e sulla Sardegna. Le temperature ancora sotto la media stagionale quasi ovunque.

Martedì: arriva una nuova perturbazione atlantica che porterà maltempo su quasi tutte le regioni italiane, iniziando da quelle tirreniche per poi interessare le regioni adriatiche in particolare l’Emilia Romagna e le Marche. Al sud dovrebbe prevalere il variabile con qualche temporale nelle zone più interne. I mari da poco mossi a molto mossi localmente. Le temperature al centro nord ancora sotto i livelli stagionali, in aumento al sud.

Mercoledì: peggiora il tempo al centro sud a causa dello stazionamento di un vortice depressionario, quindi piogge ancora su parte delle regioni tirreniche, un po’ meglio sulle regioni del versante adriatico e ionico. Temporali e forti piogge si prevedono anche sulla Sicilia orientale. Qui i mari tenderanno ad essere mossi. Migliorerà la situazione sul versante tirrenico nel pomeriggio. Al nord il tempo tenderà ad essere migliore con ampi rasserenamenti lungo le coste liguri e venete. In serata comunque è previsto un miglioramento quasi ovunque. I venti moderati saranno freschi provenienti dai quadranti settentrionali. Le temperature sempre su valori leggermente inferiori alla media stagionale.

Giovedì: Torna deciso il bel tempo al centro nord ad eccezione delle zone a ridosso della dorsale appenninica dove permangono delle nubi che potrebbero generare nel pomeriggio qualche temporale.
Ancora in parte instabile il tempo al sud e sulla Sicilia orientale, ma anche qui in fase di miglioramento. I mari tendenzialmente poco mossi al sud e sul versante adriatico. Da poco mossi a mossi quelli della Sardegna e del Tirreno centro settentrionale a causa di venti moderati di Maestrale. Le temperature sulla media stagionale.

Attendibilità al 70%

Venerdì: finalmente è vera primavera su quasi tutte le regioni, qualche eccezione sul settore nord orientale dove nelle zone a ridosso delle Alpi possono manifestarsi temporali pomeridiani. Temperature in rialzo quasi ovunque. Mari da poco mossi a calmi.

Week End: generalmente bel tempo su gran parte delle coste italiane, variabile nelle zone interne e lungo i rilievi con possibili precipitazioni pomeridiane. Le temperature in leggero aumento ovunque.