Riduzione dei contributi per il Sistri

321

«…valutare l’adozione di tutti gli atti necessari a ridurre adeguatamente il contributo annuale di iscrizione al Sistri previsto dal D.M. 18 febbraio 2011 n. 52, e successive modificazioni, dalla data del 1° gennaio 2016 e fino alla piena operatività, previo collaudo con esito positivo, del nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti realizzato dal concessionario che risulterà vincitore della gara…»

Si parla nuovamente del Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (Sistri) e questa volta per segnalare che in data 17 giugno 2015 la commissione Ambiente della Camera ha approvato un’importante Risoluzione in materia.
In particolare poiché la Consip Spa, la quale ricordiamo essere l’affidataria dell’espletazione della gara per l’affidamento dello sviluppo e della gestione del Sistri servizio attualmente erogato in regime concessorio fino a giugno 2015 dalla società Selex Sema di Finmeccanica, sta avviando la gara per individuare il nuovo concessionario che dal 1° gennaio 2016 dovrà gestire il sistema, la Risoluzione impegna il Governo a:
«- a valutare l’adozione di tutti gli atti necessari a ridurre adeguatamente il contributo annuale di iscrizione al Sistri previsto dal D.M. 18 febbraio 2011 n. 52, e successive modificazioni, dalla data del 1° gennaio 2016 e fino alla piena operatività, previo collaudo con esito positivo, del nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti realizzato dal concessionario che risulterà vincitore della gara, il cui bando è in corso di predisposizione da parte del ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare e di Consip Spa e che sarà finalizzato a semplificare le procedure del sistema di tracciabilità nel rispetto dei criteri e delle modalità di selezione e dalle norme dell’Unione europea di settore, nonché dei principi di economicità, semplificazione, interoperabilità tra sistemi informatici e costante aggiornamento tecnologico e dell’efficacia dei controlli;
«- a valutare l’adozione di tutti gli atti necessari a ridurre il contributo annuale di iscrizione al Sistri previsto dal D.M. 18 febbraio 2011 n. 52, e successive modificazioni, dalla data del 1° gennaio 2016 scorporandone la parte relativa agli oneri di costituzione del Sistri e limitandolo solo a quelli di funzionamento;
«- a prevedere nella Convenzione di incarico a Consip Spa che quest’ultima tenga in debito conto delle proposte presentate il 25 marzo 2015 da Rete Imprese Italia per un nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti;
«- a prevedere che Consip Spa coinvolga nella fase di elaborazione del Bando di gara e poi nella fase del collaudo operativo le associazioni di categoria presenti nel già costituito tavolo tecnico di monitoraggio e concertazione del Sistri».
In definitiva, buone notizie al fronte che aspettano solo di essere messe in pratica e questo per la fruizione di un sistema che sia realmente votato alla semplificazione delle procedure e degli adempimenti andando nel contempo a ridurre i costi sostenuti dalle imprese e a gestire in modo innovativo ed efficiente un processo complesso e variegato con garanzie di maggiore trasparenza, conoscenza e prevenzione dell’illegalità.
Si resta in attesa di aggiornamenti in merito ai contributi annuali già versati per gli anni 2010-’11-’14-’15, contributi che non hanno visto alcun utilizzo del sistema e alcun miglioramento della qualità del lavoro ma hanno portato solo al pagamento di ingenti somme da parte degli utilizzatori finali.