Clima e salute, rapporto inscindibile

221

In gioco la salute e la potenza del mondo moderno sempre più sotto la pressione di rendite varie e da sogni e incubi di quanti ancora vorrebbero per noi nuovi medioevi, o meglio un grande avvenire dietro le spalle. Una conferenza in omaggio al grande pioniere della climatoterapia moderna, Hassan Razzouk. La sfida delle cellule staminali di cui si parlerà giovedì a Roma in un incontro promosso dall’Accademia della storia della medicina

Tra futuro e passato si riparla a livello globale di Clima e dei suoi effetti sulla salute nell’ambito della Conferenza mondiale sul Clima a Parigi.
A Parigi abbiamo organizzato la Conferenza satellite sulla Climatoterapia Montana il 9 dicembre. L’evolversi della situazione della sicurezza nelle grandi Città europee ci ha consigliato di concentrare le attività scientifiche sulla più grande città di altitudine europea a Briançon sulle Alpi francesi a 14 km dal confine italiano sul Monginevro, dove era già in programma una conferenza in omaggio al grande pioniere della climatoterapia moderna, Hassan Razzouk.

Da Ippocrate a Razzouk continua la ricerca per rilanciare il turismo terapeutico e l’antica climatoterapia aggiornata con i moderni strumenti della scienza chimico fisica e biomedica come potete leggere dal programma di Briançon.
La sfida è difficile ma si può vincere, sono in gioco non solo le multisensibilità chimiche e le allergie dell’infanzia e oramai anche degli adulti, ma anche tutte quelle patologie da inquinamento urbano che logorano la qualità della vita e riempiono gli ospedali facendo esplodere la spesa sanitaria senza grandi risultati (a parte misure come euro 5-6 ecc, e bloccando il traffico non è facile vivere nelle città inquinate e superaffollate).
La rivoluzione verde ricomincia dalla riscoperta delle montagne sul modello di Briançon lanciato da Hassan Razzouk.

Dal Mediosannio dell’Appennino molisano a Misurina, da Davos ai Carpazi dai Pirenei a tutte le catene montuose grandi e piccole dove la qualità dell’aria potrà proteggere la salute dei soggetti predisposti o ammalati bambini e adulti, riparte la rivoluzione verde verso il riequilibrio tra aree urbane affollate e aree rurali e montane abbandonate.

In gioco la salute e la potenza del mondo moderno sempre più sotto la pressione di rendite varie e da sogni e incubi di quanti ancora vorrebbero per noi nuovi medioevi, o meglio un grande avvenire dietro le spalle.
Ma la storia della medicina in particolare e la sua storica Accademia vanno avanti e per questo si cimenta con la sfida delle cellule staminali di cui si parlerà giovedì a Roma.

Il mondo moderno, quindi, guarda avanti verso nuove libertà che diano ricchezza salute e felicità a cui è legittimo aspirare, in una società che ha realizzato condizioni di forza e ricchezza diffusa che difenderemo e offriremo anche a quanti vorrebbero trascinarci nei deliri del passato.