Ecco perché la febbre della Terra

313

Le temperature a livello globale nel 2015 vedono un aumento di 0,23 gradi Fahrenheit (0,13 Celsius) rispetto al 2014. Solo una volta, nel 1998, si è avuto il superamento di questo record

Il 2015 è stato l’anno più caldo di sempre o meglio l’anno più caldo da quando si è proceduto alla registrazione delle temperature avviata a partire dal 1880. Questo quanto affermato dal Goddard Institute for Space Studies (Giss) della Nasa.
L’anno record continua una tendenza al riscaldamento ormai lunga 15-16 anni a partire cioè dal 2001.
Le temperature a livello globale nel 2015 vedono un aumento di 0,23 gradi Fahrenheit (0,13 Celsius) rispetto al 2014. Solo una volta, nel 1998, si è avuto il superamento di questo record.
Le temperature continuano un trend di riscaldamento a lungo termine, visione confermata anche dagli scienziati della National oceanic and atmospheric administration (Noaa) i quali concordano con la constatazione che il 2015 sia stato l’anno più caldo mai registrato e questo anche prevedendo una certa incertezza (94% di certezza del dato) del dato fornita da cambiamenti oggettivi quali modifiche di sedi di stazione meteo, incertezza nei valori, ecc.
L’amministratore della Nasa, Charles Bolden, ha detto: «Il cambiamento climatico è la sfida della nostra generazione, e il lavoro vitale della Nasa su questo importante problema riguarda ogni persona sulla Terra. Queste analisi non solo sottolineano quanto sia critico il programma di osservazione della Terra della Nasa ma evidenziano come l’argomento sia un punto chiave che dovrebbe responsabilizzare tutti i politici che devono prendere atto di questa questione. Ora è il momento di agire sul clima».
La temperatura media della superficie del pianeta è aumentata di circa 1,8 gradi Fahrenheit (1,0 gradi Celsius) a partire dalla fine del 19° secolo, un cambiamento in gran parte determinato da un aumento di anidride carbonica e altre emissioni provocate dall’uomo e disperse in atmosfera.
La maggior parte del riscaldamento si è verificato negli ultimi 35 anni. L’anno scorso è stato il primo anno in cui le temperature medie globali sono state 1 grado Celsius al di sopra della media 1880-1899.
Fenomeni come El Niño o La Niña, possono contribuire a variazioni a breve termine della temperatura media globale. Il riscaldamento dovuto a El Niño è stato in vigore per la maggior parte del 2015.
Gavin Schmidt, Direttore del Giss, ha detto: «Il 2015 è stato un anno caldissimo anche per il corso di El Niño ma la tendenza a lungo termine che ha portato il riscaldamento record che stiamo vedendo deriva da effetti cumulativi».
In definitiva, dinamiche climatiche che colpiscono le temperature regionali e globali e che vedono le varie regioni della Terra sperimentare temperature medie record. Monitorare quanto accaduto è necessario per fermare la febbre della Terra.