Come un treno l’agricoltura pre Covid-19

361
trattore agricoltura

Dal Crea in tempo reale i numeri dell’agroalimentare: crescono valore aggiunto, occupazione fatturato industria e import-export

La fotografia scattata nel IV trimestre del 2019 da «Creagritrend», il bollettino trimestrale messo a punto dal Crea, con il suo Centro di ricerca politiche e bioeconomia, evidenzia un’inversione di tendenza del comparto agricolo rispetto al trimestre precedente, con un incremento del valore aggiunto (+1,4% rispetto al trimestre precedente) e dell’occupazione (+2% di unità di lavoro).

L’indice del fatturato dell’industria alimentare e delle bevande cresce (rispettivamente +3,23% e +1,8% rispetto all’analogo trimestre del 2018), trainato dal mercato estero. Le esportazioni agroalimentari, pari a circa a 11,64 miliardi di euro, registrano, rispetto allo stesso periodo del 2018, un aumento del +4%, mentre le importazioni crescono del +3,4%. In aumento i flussi verso la Francia (+6,3%) e Russia (+8%).

I settori merceologici maggiormente dinamici sono i derivati dei cereali (8%), la frutta e i prodotti lattiero-caseari, e quello delle carni (+6,8% le esportazioni e +14,2% le importazioni).

Sulla base dei dati raccolti su twitter dal 1° gennaio all’8 aprile 2020, emerge un clima di fiducia nel settore agricolo e nelle sue politiche con il 58% dei giudizi «positivo e molto positivo», nonostante si sia riscontrato un lieve aumento (+3%) di giudizi negativi e molto negativi, legato probabilmente alla crisi epidemiologica del momento.

Ulteriori informazioni sono contenute nel trimestrale «Creagritrend».

 

(Fonte Micaela Conterio, Crea)