Uno scenario catastrofico di distruzione globale

1718
Dandora plastica foto Burtynsky
Da «Anthropocene – The Human Epoch»Foto di Edward Burtynsky

Osservando la situazione senza lenti colorate e in piena obiettività, il mondo che stiamo forgiando appare sempre più freddo, artificiale, grigio, estraneo e inospitale. Privo di sentimenti, emozioni, colori, suoni, sussulti e ispirazioni. Ristretto tra materialità e numeri, dove tutto deve essere quantificabile, misurabile, cifrabile, monetizzabile, commerciabile L’anno 2021 si è aperto con la più […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.