Il Piemonte progetta il turismo competitivo e sostenibile

    315
    carrozzella cavalli turismo

    A Torino si moltiplicano le iniziative sul turismo sostenibile in prospettiva delle Olimpiadi Invernali 2006. Rivelano tutta la loro importanza i marchi ecologici come l’Ecolabel Europeo

    In virtù dell’evento evento olimpico di Torino 2006, nella Regione Piemonte sono state attivate molteplici iniziative che mirano all’affermazione del turismo sostenibile.
    È in quest’ottica che si inserisce il convegno «Eco-strutture turistiche e qualità ambientale del territorio. Progetti e indirizzi per la competitività del turismo in Italia e il post-olimpiadi in Piemonte» che si terrà il 18 maggio 2005 presso il Centro Congressi Lingotto di Torino.
    L’appuntamento fa parte del programma di eventi della terza edizione di «Eco-Efficiency Biennal» primo evento permanente in Italia interamente dedicato alla promozione dell’eco-efficienza, che si svolgerà a Torino dal 18 al 21 maggio.
    Il convegno si prefigge di analizzare stato dell’arte e prospettive del turismo sostenibile in Italia e in Piemonte; presentare alcune eccellenze italiane e soprattutto piemontesi in tema di governance del turismo sostenibile e dell’offerta di servizi turistici verdi; aprire il dibattito tra i soggetti operativi nei progetti avviati o realizzati e tutti i potenziali fruitori del turismo sostenibile, per determinare il quadro futuro, in particolare nel Piemonte post-olimpico. L’importanza del convegno non è che riflesso dell’importanza sempre crescente assunta dal settore del turismo, settore che offre oggi le maggiori potenzialità di crescita ma che necessita di politiche e strategie che tutelino il contesto in cui l’attività economica si svolge.
    L’obiettivo deve essere quello di individuare un modello idoneo per uno sviluppo sostenibile del turismo e tutti, sia le amministrazioni, sia gli operatori privati, devono concorrere a realizzare questo risultato.
    Non c’è attività economica che, più del turismo, garantisca consistenti vantaggi alle economie locali. Il valore aggiunto che viene attivato resta per lo più sul territorio che lo ha generato: per ogni 100 Euro spesi in turismo, almeno 80 vanno al territorio e si trasformano in investimenti, occupazione, sviluppo.
    Gli stakeholder maggiormente interessati dall’implementazione del turismo sostenibile sono sicuramente gli enti locali e territoriali e le imprese turistiche: i primi chiamati a compiti di indirizzo e governo, che spesso attuano con piani coordinati di gestione ambientale del territorio, i secondi a proporre servizi il più possibile eco-compatibili, sovente certificando le proprie strutture e/o i propri processi aziendali.
    In questo contesto si inseriscono i diversi strumenti e iniziative finalizzate a incoraggiare le strutture di ricettività e i turisti al rispetto dell’ambiente e al risparmio di risorse naturali.
    I marchi ecologici, primo fra tutti l’Ecolabel europeo, consentono alle strutture che li ricevono di distinguersi, a livello europeo, per l’impegno al miglioramento della qualità ambientale e forniscono agli utenti garanzie sicure circa l’efficienza delle misure di protezione adottate.

    (Fonte Arpa Piemonte)
    (02 Maggio 2005)