Rinnovabili – L’Aper promuove una procedura d’infrazione presso l’UE per i ritardi italiani

    293
    Unione europea comunita europa

    A rischio investimenti e posti di lavoro. Pronti 7,5 miliardi di ? in investimenti privati in 5 anni e possibili tagli alla bolletta energetica per 2 miliardi di ?/anno dalle rinnovabili in Italia

    «L’Italia, contrariamente a quanto espresso nelle intenzioni, dimostra di non avere, tra le proprie priorità, lo sviluppo del mercato energetico da fonti rinnovabili». Con queste parole Aper (Associazione Produttori Energia da Fonti Rinnovabili), segnala alle istituzioni europee le inadempienze del Governo rispetto ai piani di sviluppo delle energie rinnovabili e della sostenibilità ambientale. Aper ha infatti promosso presso la Commissione dell’Unione europea l’apertura di una procedura di infrazione per inadempienza da parte del Governo italiano, che nei fatti rischia di scoraggiare il raggiungimento delle quote di produzione di energia che, ai sensi