Agricoltura – Accordo tra Libano e Iam Bari

    217

    Per promuovere attività di cooperazione nei settori agricoli strategici, per il miglioramento della produzione di qualità, per la diffusione della conoscenza, per il trasferimento di tecniche appropriate e avanzate, per il miglioramento delle attività delle istituzioni e per l’uso sostenibile delle risorse naturali

    Un protocollo d’intesa a supporto di attività a sostegno dell’agricoltura verrà firmato domani, alle 11, all’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari del Ciheam, tra il ministero dell’Agricoltura libanese (Moa), rappresentato dal ministro Hussein Hajj Hassan e l’Iam di Bari, rappresentato dal direttore Cosimo Lacirignola.

    L’incontro ha lo scopo di consolidare ulteriormente i rapporti di collaborazione già esistenti tra l’Iam di Bari ed il Libano, membro del Ciheam dal 1992.

    In particolare, con la firma del memorandum d’intesa, il Moa e l’Iamb si impegnano a promuovere attività di cooperazione nei settori agricoli strategici, per il miglioramento della produzione di qualità, per la diffusione della conoscenza, per il trasferimento di tecniche appropriate e avanzate, per il miglioramento delle attività delle istituzioni e per l’uso sostenibile delle risorse naturali.

    Nel corso della visita il Ministro incontrerà gli allievi libanesi che, quest’anno, frequentano i corsi di specializzazione e di master of science in Gestione del suolo e dell’acqua, Protezione integrata delle colture frutticole mediterranee e Agricoltura biologica mediterranea.

    Oltre all’attività di formazione post universitaria, l’Iamb ha attuato in Libano networking e progetti di ricerca su: Sviluppo rurale nella valle della Bekaa (regione di Baalbeck-Hermel); Produzione e fornitura di materiale vegetale certificato; Attivazione di meccanismi a sostegno dei territori e comunità rurali (TerCom); Osservatorio Nazionale per le donne in agricoltura (NOWARA); Sostegno sociale ed economico per le famiglie di produttori delle regioni olivicole marginali (Olio Libano).

    A latere della visita sarà firmato un protocollo d’intesa tra la Federazione delle Camere di Commercio, Industria e Agricoltura del Libano e la Camera di Commercio di Bari.

    (Fonte Ciheam Iamb)