EneaWebTV lancia il nuovo sito e la Scienza diventa Social

    198
    Enea simboli loghi

    La Scienza a disposizione. Se si è studenti, giornalisti, o se si parla inglese, nelle rubriche è possibile trovare ciò che serve: aTUxTU, la raccolta di interviste agli esperti; Educational, per chi ha il bernoccolo del sapere; EneaLab, la chiave d’accesso ai laboratori; EneaxExpo, la finestra sull’Esposizione Internazionale; EventInvideo, se si vuol conoscere gli highlights di meeting e workshop; HD per gli high-definition addict; Trasferimento Tecnologico per le imprese che innovano; VideoGlossario, l’ABC dell’Efficienza Energetica; XX Secolo, un tuffo nel passato con la Ricerca in bianco e nero

    Parla il linguaggio dei «social» il nuovo sito internet del broadcast della Scienza.
    La WebTV dell’Enea, l’Agenzia per le nuove tecnologie, l’energia e lo Sviluppo economico sostenibile, lancia il suo nuovo portale webtv.enea.it .
    Video, foto e parole di Scienza per una barra di navigazione che «surfa» tra 18 aree tematiche. Dalle Rinnovabili all’Efficienza energetica, dai Beni Culturali alla Sismica, passando per i Nuovi Materiali e le Smart Cities.
    L’internauta al centro. Eventi live, downloading, dialogo, condivisione. Ma non solo. Aggiornamenti e «latest news» direttamente sui personal computer con il servizio «NewsbyMail», la newsletter di EneaWebTV. Ecco i nuovi must del sito.
    Divulgazione, condivisione e interazione, per un broadcast 100% Social.
    La Scienza a disposizione. Se si è studenti, giornalisti, o se si parla inglese, nelle rubriche è possibile trovare ciò che serve: aTUxTU, la raccolta di interviste agli esperti; Educational, per chi ha il bernoccolo del sapere; EneaLab, la chiave d’accesso ai laboratori; EneaxExpo, la finestra sull’Esposizione Internazionale; EventInvideo, se si vuol conoscere gli highlights di meeting e workshop; HD per gli high-definition addict; Trasferimento Tecnologico per le imprese che innovano; VideoGlossario, l’ABC dell’Efficienza Energetica; XX Secolo, un tuffo nel passato con la Ricerca in bianco e nero.