Progetto per energia pulita nel Parco delle Cinque Terre

76
foglia sole

Il sistema di energia alternativa punterà soprattutto all’impiego del minieolico e dell’energia solare

Ridurre i consumi investendo nelle energie alternative è una priorità assoluta per poter consegnare alle generazioni future un pianeta vivibile. Il Parco Nazionale Cinque Terre sposa l’energia pulita, grazie ad un progetto promosso da Enea e Regione Liguria che in questi giorni hanno stabilito un patto per studiare insieme un sistema di energia alternativa che punti soprattutto all’impiego del minieolico e dell’energia solare.
L’annuncio è stato dato nei giorni scorsi dal presidente di Enea Luigi Paganetto, e confermato dal presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando «abbiamo un fondo al quale pensiamo di attingere per finanziare il progetto», ha spiegato