Casi risolti

108

A seguito delle nuove informazioni inviate dalle autorità italiane, la Commissione ha potuto archiviare tre casi già trattati in precedenti comunicati stampa. I tre casi in questione riguardavano:

– il mancato adempimento di una sentenza della Corte di giustizia del 2002 che imponeva all’Italia di ottemperare agli obblighi della direttiva sui PCB/PCT. L’Italia ha predisposto i piani necessari per trattare queste sostanze pericolose;

– il mancato adempimento di una sentenza della Corte del 2004 che condannava l’Italia per non aver ottemperato agli obblighi della direttiva UE sui fanghi di depurazione. L’Italia ha ora trasmesso i dati richiesti sugli utilizzi dei fanghi e ha adempiuto alle prescrizioni mancanti;

– il mancato adempimento di una sentenza della Corte del 2004 riguardante il mancato recepimento nell’ordinamento giuridico italiano della direttiva UE sugli zoo. L’Italia ha ora recepito la direttiva.