I governi devono fare la loro parte

111

«Per quanto riguarda l’Italia – ha detto il Direttore Scientifico e Culturale del Wwf Italia, Dr. Gianfranco Bologna – il Parlamento dovrebbe dare massima priorità all’approvazione della legge sulla contabilità ambientale, che finalmente consentirebbe a Comuni, Province e Regioni, e lo Stato tutto di mettere la natura in conto e di considerare il valore anche economico dei servizi offerti dagli ecosistemi».
Questo sarà un passo fondamentale se si vuole di ridurre significativamente il tasso di perdita della biodiversità entro il 2010.
«In un Pianeta in cui la popolazione umana sta aumentando a ritmi impensabili, in cui le risorse naturali sono consumate in modo esponenziale – ha detto il Prof. Riccardo Valentini, Membro del Board, dell’Università della Tuscia – il richiamo alla funzionalità degli ecosistemi ed al futuro delle nostre generazioni è un valore sociale e politico di fondamentale importanza».