Il progetto CLC2000

105

All’elaborazione del progetto CLC2000 hanno partecipato approssimativamente 300 esperti appartenenti a circa 100 organizzazioni europee e il suo costo si è aggirato attorno ai 13 milioni di euro. Per la creazione del database di CLC2000 sono stati necessari all’incirca 150 persone-anni di lavoro.
Il CLC2000 fungerà da input per l’iniziativa «Inspire» (Infrastruttura per l’informazione territoriale in Europa) della Commissione europea. L’obiettivo di tale iniziativa è istituire un database pubblico contenente informazioni geografiche coerenti per il supporto a politiche sulla protezione ambientale, lo sviluppo delle infrastrutture, l’agricoltura e la navigazione marittima (Cfr. www.ec-gis.org/inspire).
Il CLC2000 è anche un contributo all’iniziativa Monitoraggio globale dell’ambiente e della sicurezza (GMES), gestita dalla Commissione europea e dall’Agenzia spaziale europea, che dal 2008 fornirà informazioni di carattere ambientale grazie a una combinazione di sistemi di informazione aerea e spaziale e di monitoraggio sul campo.
Corine è l’acronimo di «Coordination of Information on the Environment» (Coordinamento delle informazioni sullo stato dell’ambiente). Il programma è stato istituito nel 1985, prima della creazione dell’AEA.