Il programma delle quattro giornate di lavori

144

Lunedì alle 14.30 ci sarà la presentazione in anteprima mondiale del rapporto integrale sullo stato degli ecosistemi (pubblicata a cura delle Nazioni Unite). Lo presenta Monika Zurek, componente del gruppo di lavoro delle Nazioni Unite «Millennium Ecosystem Assessment».
Sempre lunedì pomeriggio:
– «Da Berkeley a Torino» Fritjof Capra (Fisico dell’Università di Berkeley, California – Centre for Ecoliteracy) e celebre autore di ?long seller? come Il «Tao della fisica» e «La rete della vita» che interverrà su «L’Alfabetizzazione Ecologica: la sfida per l’istruzione del XXI secolo».
– Slow Food: Carlo Petrini, Presidente di Slow Food, parlerà di ambiente e cultura del cibo
Martedì 4 ottobre si insediano le sessioni tematiche.
Alle 14.00 primo incontro internazionale:
«Televisioni, comunicazione e ambiente»: un seminario sul ruolo dei mass media promosso dal Forum permanente del Terzo Settore e dal Segretariato sociale della RAI in collaborazione con le redazioni del TG scientifico Leonardo e di Ambiente Italia. Tra i relatori Beppe Rovera, Edoardo Patriarca, Carlo Romeo.

Mercoledì 5 ottobre mentre proseguono le sessioni tematiche per tutto il giorno si tiene il Forum delle Regioni ?Azioni e strategie a confronto?: per la prima volta dopo 5 anni le Regioni italiane si incontrano per discutere del Sistema INFEA (il sistema italiano di informazione, formazione ed educazione ambientale). Coordina la Tavola rotonda il giornalista Maurizio Mannoni.
Alle ore 14.00 di mercoledì ?Il WEEC dei ragazzi?, un pomeriggio aperto alle scuole di ogni ordine e grado su prenotazione con visite ecobus, mostre, spettacoli, stand.

Giovedì 6 ottobre nella Sala dei Cinquecento del Lingotto la sessione plenaria di chiusura con una lezione di Giovanni Bollea, neuropsichiatra infantile e fondatore dell’Associazione Alberi per la vita sul tema ?Psiche e ambiente? ed un intervento dell’ex presidente dell’Urss Mikhail Gorbachov, impegnato ambientalista, fondatore e presidente di Green Cross International.

La partecipazione al congresso è solo su iscrizione, con possibilità di seguire, a scelta, tutto il congresso, alcune sessioni giornaliere o solo le conferenze e i seminari del pomeriggio, tranne il Forum nazionale delle Regioni, che è aperto a tutti (va comunque richiesto l’invito) e le attività del mercoledì pomeriggio aperte alle scuole.